Gasperini:"Fieri di essere di nuovo qui a giocarci l'Europa. Non sarà un amichevole e non voglio vedere presunzione" Gomez:"Mercato? Oggi preferisco pensare solo all'Atalanta" E si risente per una domanda. Ilicic out

25.07.2018 18:18 di Luca Ronchi  articolo letto 2305 volte
Gasperini:"Fieri di essere di nuovo qui a giocarci l'Europa. Non sarà un amichevole e non voglio vedere presunzione" Gomez:"Mercato? Oggi preferisco pensare solo all'Atalanta" E si risente per una domanda. Ilicic out

Alla vigilia del primo turno d'andata preliminare contro il Sarajevo, in sala stampa, si presentano Gasperini e il capitano Gomez. Un segno di permanenza o un ultimo saluto? Lo vedremo tra una settimana.

Doveva essere un privilegio, invece sembra quasi un fastidio. Due anni consecutivi in Europa è un evento straordinario, o no?
"Non so chi la pensi così, noi siamo nella giusta dimensione. Siamo contenti di essere di nuovo qui per giocarci di nuovo l'accesso all'Europa. Non ci sentiamo degradati, è un obiettivo che abbiamo inseguito per tutta la stagione. L'incertezza della sentenza uefa ha solo allungato i tempi"

Cosa si aspetta da questa partita?
"Non è un amichevole assolutamente. E' in ballo la qualificazione e per noi sarà un buon test per valutare a che punto siamo. La squadra c'è, è pronta, ci siamo allenati bene"

E' più preoccupato per domani rispetto a quella tra 8 giorni dove sarete più avanti nella preparazione?
"Abbiamo fuori Ilicic, Freuler, ma c'è fiducia. Non ci deve condizionare il nostro modo di giocare, ce la giocheremo nell'arco dei 180'. Abbiamo bisogno di iniziare a giocare partite che contano"

L'assenza di ilicic, porta a un cambiamento di interpreti e moduli?
"Barrow sta facendo cose straordinarie, Gomez è in condizione. Davanti ci affidiamo alle nostre certezze. Dobbiamo sopperire a qualche assenza, ma non ci sono problemi, abbiamo giocatori validi come alternativa senza snaturare nulla"

Di loro cosa sa?
"Giocano un calcio offensivo, giocatori dotati fisicamente e anche di buona tecnica. Sono più in condizione di noi. Sono partite insidiose, l'approccio sarà buono. Dipenderà molto da noi. E' la prima partita vera che affrontiamo e dobbiamo cercare di esprimerci al meglio secondo le nostre qualità di gioco"

Pasalic è arrivato, altri arrivi?
"E' arrivato oggi, per questo turno non sarà disponibile, ma completa la rosa dopo aver perso Cristante. Siamo in ritardo rispetto all'appuntamento di domani, ma non deve essere un alibi"

A lei va bene vincere in qualsiasi modo?
"Credo che non ci siano partite che si possono giocare prima. Serve qualità, freschezza e lucidità sennò si fa fatica comunque con tutti. Poi vedremo sul campo se sarà diversa, ma mi aspetto una partita equilibrata, sperando di passare il turno. Ci troviamo in una posizione di disagio rispetto al normale, senza presunzione. Non andiamo a fare una partita scontata"

GOMEZ,  Mercato tranquillo?
"Non mi sembra giusto ora parlare di mercato alla viglia di una partita così"

La tua valutazione di Barrow?
"E' giovane e non bisogna mettergli pressione. Al di là del campo, lui sa ascoltare i più grandi, vuole crescere e ci darà una grossa mano"

Si riparte dopo due anni straordinari, che anno sarà il prossimo?
"Ogni anno, è sempre più difficile, non è facile confermarsi, ma dopo questi due anni, la squadra gioca a memoria e cerchiamo di aiutare i nuovi ad inserirsi. Speriamo che i nuovi si adattino in fretta per il bene di tutti"

Ti sei ripreso dalla partenza di Petagna?
"Andrea ci mancherà a tutti. Si trovava molto bene con tutti. Sto più vicino a Zapata con cui parliamo la stessa lingua. Cerco di fargli capire cos'è l'Atalanta, lo sto aiutando anche  fuori dal campo"

Però il mister ha detto che serve la tua qualità, devi essere decisivo
"Che vuol dire decisivo per te?" (tono un po' piccato dopo le critiche dell'anno scorso). Far solo gol?"

Fare tre assist, va bene?
"Ok, a me va benissimo. Cerco sempre di dare qualità all'Atalanta. Non voglio tornare all'Atalanta dei vecchi tempi quando sono arrivato. Abbiamo qualità e cerco di darne ancora di più"

La sensazione da leader, è quella di una partita da vivere con attenzione come una finale o cosa?
"Sarà una partita molto tosta, alcuni giocatori sono di qualità. Non dobbiamo essere presuntuosi e vogliamo arrivare ai gironi. Pensiamo partita per partita, non al ritorno"

Cosa ti è rimasto dell'anno scorso?
"Il rammarico di non aver passato il turno per pochissimo. Vogliamo riprovarci facendo un'ottima Europa League, ma prima dobbiamo arrivare ai gironi"