Gasperini:"Questa partita ci servirà per affrontare le partite da dentro e fuori dei sedicesimi" Spinazzola:"L'Europa è chiaro che dà più stimoli del campionato, ma non lo vogliamo trascurare"

 di Luca Ronchi  articolo letto 1309 volte
Gasperini:"Questa partita ci servirà per affrontare le partite da dentro e fuori dei sedicesimi" Spinazzola:"L'Europa è chiaro che dà più stimoli del campionato, ma non lo vogliamo trascurare"

Alla viglia del big match contro il Lione, oltre a Gasperini, si presenta in sala stampa l’esterno nerazzurro Spinazzola.

Mister, come sta la squadra, tutti disponibili e cosa si aspetta?

Gasperini“Stiamo bene, domani è una partita importante, non tanto per il primo o secondo posto che conterà relativamente, ma per confrontarci con una squadra forte che ci darà il senso di quello che ci aspetterà ai sedicesimi”

Spinazzola:”E’ una partita molto bella da giocare, vogliamo finire primi perché siamo li da inizio girone. Io sto abbastanza bene, mi sto riprendendo dall’infortunio, devo ritrovare il ritmo partita”

E’ un Lione in ripresa rispetto all’andata
“Era evidente che anche all’andata era una buonissima squadra. Dopo ha ottenuto risultati importanti. Al di là del prestigio di arrivare primi, conta perché simulerà un po’ ciò che ci attende ai sedicesimi. Dobbiamo affrontarla come se fosse una partita ad eliminazione come saranno le partite dai sedicesimi”

L’Atalanta è già qualificata, pensa al turn over per il campionato?
“No, abbiamo molte motivazioni, ci siamo abituati alle partite dei gironi, ma non alle partite da dentro fuori e la intraprenderemo in questo modo”

Mister, a Lione nel primo tempo abbiamo visto l’Atalanta più in difficoltà della stagione, ne terrà conto o la vorrà vincere a tutti i costi?
“La valutazione dell’avversario è importante. Ho visto le loro partite e sono una squadra importante che può puntare a vincere la competizione. Noi abbiamo due risultati a disposizione. Possiamo interpretarla in modo più difensivo o offensivo. Continuiamo con le nostre caratteristiche senza snaturarci. Ci serve per misurarci con queste realtà in ottica sedicesimi. Abbiamo incontrato la Juve, Napoli, Roma, il Lione è a questi livelli, non di più”

In Francia siamo rimasti delusi dell’eliminazione dell’italia, pensa che questa partita in Europa, possa dimostrare il valore dell’italia
“E’ stato da subito il nostro obiettivo quello di portare in alto il nome del nostro campionato. Dispiace per l’italia, ci sono state altre eliminazioni eccellenti come l’Olanda. Quello che è successo da noi, deve servirci per reagire e per riprendersi in futuro”

Nell’Atalanta c’è Cornelius, danese che affronterà la Francia ai mondiali, ci dice qualcosa?
“Non è Danimarca Francia, ma dovete stare attenti (sorride ndr). Lui si sta inserendo bene nel nostro campionato e arriverà ai mondiali più pronto grazie a questa esperienza in Italia”

Vi condizionerà poter contare sul doppio risultato? Leo, senti questa partita come ritorno alla normalità e che bilancio fai rispetto al campionato?
G:”Ci Sono risultati che ci faranno arrivare primi e altri no. Chiaro che ne terremo conto. Partiamo da questo piccolo vantaggio, ma troviamo una squadra molto pericolosa. Consideriamo i risultati a disposizione”

S“Non c’è differenza tra Europa e campionato. Sto cercando di dare il massimo in entrambe le competizioni. L’Europa dà degli stimoli in più sicuramente, ma non trascuriamo il campionato. Sono sempre rimasto tranquillo anche dopo l’infortunio alla caviglia”