Gasperini:"Servono 4-6 nuovi giocatori". Devi far pace con te stesso, TSO immediato. Su Malinovskyi giudizio ingeneroso. Allucinanti accuse all'Eco di Bergamo.

04.08.2019 13:48 di Luca Ronchi   Vedi letture
Gasperini:"Servono 4-6 nuovi giocatori". Devi far pace con te stesso, TSO immediato.  Su Malinovskyi giudizio ingeneroso. Allucinanti accuse all'Eco di Bergamo.

"Abbiamo commesso errori tavolta elementari, non possiamo permettercelo. Va alzata l'asticella del nostro valore tecnico in campo. Il mercato? Non mi attendo due rinforzi, la società sa benissimo come la penso e interverrà a modo. Nelle scorse stagioni abbiamo fatto diversi investimenti, forse più di dieci, ora essendo in Champions bisognerebbe ingaggiarne 4, 5 o 6"

FERMATELO! E' di nuovo partito il Gasperini colpito dal solleone. Fatemi capire, lui che voleva una rosa di 16-18 giocatori, ora chiede 4-6 innesti da Champions, come se si trovassero sulla spiaggia dai "Vù Cumprà". 

E' ripartito con l'attacco pubblico alla società per farsi bello con i tifosi e lavarsi le mani di una possibile stagione flop, per poi pigliarsi i meriti se centrerà di nuovo la zona Europa. E' un giochino che va avanti da 3 anni, ormai i tifosi intelligenti l'hanno capito, i terrapiattisti del "Pòta figa vai Gaperì te seèt òl migliùr", invece lo osanneranno, ma intanto i soldi li mette Percassi e lo sbattimento per trovare profili che accontentino il principino della panchina, è sulle spalle di Sartori e Luca Percassi. 

Un fubrone, ma il giochino non regge più. Giusto chiedere un difensore forte, reparto che l'anno scorso ha sofferto molto, giusto un vice Ilicic e un esterno solo se parte Castagne e una punta se parte Barrow. Stop. Intanto dove cazzo vuoi andare in Champions? Arrivare terzi nel girone è l'obiettivo massimo per approdare in Europa League dai sedicisemi. Poi se qualcuno pensa di vincere la Champions, auguri, ma  a questo punto servono molti TSO per tutti. 

MALINOVSKYI- Gasperini ha detto che l'ucraino non è adatto per ora per fare il centrocampista, ma è più un vice Gomez. Ma come? Sembrava il nuovo Iniesta e viene già bollato come un peso nella sfida contro il Leicester. Non era stato preso da Luca Percassi? Ad agosto togliete il micrfono a Gasperini, fa più danni dei temporali sempre più simili ad uragani. 

ACCUSE ALL'ECO- Non ci posso credere! Tifosi dementi, stupidi, sottosviluppati, hanno messo in dubbio la professionalità dei giornalisti dell'Eco, accusandolo di aver scritto cose inventate in merito alle dichiarazioni di Gasperini sul mercato. La solita accusa di voler creare zizzania, destabilizzare l'ambiente e molti hanno addirittura scritto di non pubblicare certe cose. Siamo alla follia, alla censura, alla dittatura nerazzurra. Non commento nemmeno la professionalità dell'Eco che è di indubbio valore, ma guardate che lo stesso Gasperini voleva rendere pubbliche certe critiche, sono parole riportate pure da altri quotidiani. 

AVETE BISOGNO DI UN VETERINARIO BRAVO, non siete tifosi, siete fanatici malati mentali, meritate una squadra e società da Lega Pro, a livello culturale avete serie problemi di sviluppo. Meritate giornalisti che vi prendono per il culo lisciandovi il pelo e guadagnando alle vostre spalle come stolti. 

Ho letto accuse folli pure sull'aumento del prezzo del quotidiano, come se vi puntassero la pistola alla tempia a comprarlo. Un euro in cultura e nel benessere fisico, sono soldi sempre ben spesi, ma evidentemente per qualcuno meglio spendere migliaia di euro in droga e Campari. Dicono tutti di non leggerlo, ma è il giornale locale più venduto d'Italia. Senza l'Eco, il 70% delle notizie sull'Atalanta, probabilmente non le verreste nemmeno a sapere. Vi fa comodo quando fanno inserti, distribuiscono bandiere, sciarpe, fate la fila alle edicole, poi mettete in dubbio delle dichiarazioni sul calcio, materia per miserabili inetti, manco si trattasse di svelare piani segreti di guerra.

Mamma mia, sempre più imbarazzanti e c'è gente che gli dà pure voce a questi asini raglianti da isolare per il bene dei VERI TIFOSI, della società, della squadra e della professionalità dei giornalisti dell'Eco.