I figli di puttana che vogliono male all'Atalanta e illudono Percassi, questura, giornalisti e tifosi veri. Tre agenti feriti, un bastardo arrestato e 38 rifiuti denunciati. Criminali di professione. Buuu idioti, la saga continua

23.02.2018 17:32 di Luca Ronchi  articolo letto 2544 volte
I figli di puttana che vogliono male all'Atalanta e illudono Percassi, questura, giornalisti e tifosi veri. Tre agenti feriti, un bastardo arrestato e 38 rifiuti denunciati. Criminali di professione. Buuu idioti, la saga continua

Tre agenti della Digos feriti, un arresto e 38 denunciati che riceveranno il Daspo. È il bilancio degli scontri tra forze dell’ordine e tifoserie di Atalanta e Borussia Dortmund vicino al Mapei Stadium prima del ritorno dei sedicesimi di Europa League, giovedì sera a Reggio Emilia.

I tafferugli si sono scatenati un’ora prima della partita. Circa 70 tifosi bergamaschi e 45 sostenitori tedeschi si erano dati appuntamento per fronteggiarsi. Ma l’intervento della Polizia ha impedito lo scontro. Così, in un primo momento, gli ultras atalantini hanno attaccato gli agenti, ferendone tre. Un 22enne bergamasco è stato arrestato per rissa e resistenza e altri tre tifosi nerazzurri sono stati denunciati. Poco dopo sono spuntati i supporter del Borussia e si è innescato il secondo scontro con lancio di sassi, bottiglie e sedie fuori da un ristorante. La polizia ha denunciato 35 tedeschi che riceveranno il Daspo. Feriti e contusi tra i tifosi, ma hanno tutti rifiutato le cure mediche.

COMMENTO BGNERAZZURRA- Io odio questi soggetti e se qualcuno mi dice che ce "l'ho su con l'Atalanta o la curva" perchè scrivo questo da 10 anni, NON HA CAPITO UNA BEATA SEGA ed è pure in mala fede o complice di questi bastardi. Io voglio bene all'Atalanta e ai suoi tifosi civili. Qui dentro difenderò fino alla morte i veri tifosi che popolano la curva e il resto dello stadio. I padri di famiglia che hanno il terrore a portare i loro figli allo stadio o in curva sud in certe partite, per la paura di beccarsi un pezzo di wc in testa o una bottiglia nell'antistadio. Non scorderò mai certe scene di panico di genitori che scappavano con i loro bambini che piangevano durante certe guerriglie fuori dallo stadio. Mentre eliminerei fisicamente dalla faccia della terrà questo 1% di bastardi figli della merda che gettano fango contro la società nerazzurra e tutta Bergamo.

Ci sarebbe da ridere se non fosse per la gravità della situazione, ma ormai è da 30 anni che siamo qui ad indignarci, commentare, cercare soluzioni, ma dopo 2 giorni, il circo pallonaro riparte come se nulla fosse.

LE SOLUZIONI? Semplicissime. Gli arrestati fuori a vita dagli stadi, fargli pagare i danni di tasca loro e se non hanno i soldi, vanno a lavorare gratis. Poi squalifiche del campo senza condizionale, affinché anche gli altri tifosi che non c’entrano nulla, si comincino a ribellare a questi criminali di professione.

Non ci vuole nulla ad attuare queste norme, evidentemente nessuno vuole farlo perché qualcuno in questo marciume ci mangia pure: società, giornalisti, istituzioni etc etc

MI SPIACE PER CHI come Roberto Belingheri dell’Eco, stamattina scriveva che l’Atalanta ora la conosceranno in tutta Europa come squadra e anche la sua tifoseria… Ecco, purtroppo anche la sua tifoseria.

Nel caso l’Atalanta dovesse riqualificarsi in Europa, la squalifica del campo sarà inevitabile, colpa anche di alcuni fumogeni e bombe carta lanciati in campo.

Un 22enne arrestato. Pensate che vita di merda che ha questo bambino, già segnata da un arresto che gli costerà in futuro una ricerca di un lavoro normale, salvo voglia andare a fare lo spazza merda dei piccioni in piazza Duomo.

NON SI DIA PERò LA COLPA ALLA SOCIETà, perché spesso, dietro a questi criminali di professione, ci sono famiglie con genitori separati, che se ne sbattono di educare i figli, un percorso scolastico da Pinocchio, l’uso di sostanze stupefacenti, furtarelli, cattive compagnie etc etc.

Insomma, dei rifiuti organici che trovano un minuto di gloria grazie all’Atalanta che gli permette di agire nell'anonimato indisturbato.

Il questore dice che sono una sparuta minoranza e la situazione è migliorata. Caro questore, ma ci crede davvero? Chi nasce tondo, difficilmente muore quadrato. Hanno la criminalità nel dna, sono nati per fare i sacchi della spazzatura, dalle sembianze umane. Scimmie da educare allo zoo prima di reinserirli nella società civile.

COME AL SOLITO, A FARNE LE SPESE, sono sempre i poveri poliziotti. A Bilbao ne è morto uno durante la partita Atletico Bilbao-Dinamo Kiev. Cose folli che non hanno confini. In certi casi, sparare ad altezza d’uomo dovrebbe essere ammesso. Intanto se questi soggetti vanno sotto terra, qualcuno ne sentirebbe la mancanza? Pulizia etnica naturale.

BUUUU A BATSHUAY

Michy Batshuayi, nell'immediato dopopartita della sfida contro l'Atalanta, si è scagliato contro il pubblico nerazzurro, reo di avergli fatto il verso della scimmia dopo una litigata con Masiello. "2018 e ancora versi razzisti da scimmia in tribuna... davvero? Spero che vi divertiate a vedere il resto dell'Europa League in tv".

INNANZITUTTO, IL TWEET DEL GIOCATORE, PRENDETELO IN QUEL POSTO E A CASA (mi riferisco agli autori dei buuu coglioneschi). HA FATTO BENISSIMO!

Ma veniamo alla vicenda-  Allora, io non li chiamerei razzisti, ma semplicemente coglioni. Questa gente non sa nemmeno cosa sia il razzismo. Sono delle capre, gente che meriterebbe di stare allo zoo insieme alle scimmie. Gente sfigata nel dna che si sente figa abbaiando un buuuu al giocatore di colore. Uhhhh che eroi, che fighi… CHE TESTE DI CAZZO da espellere a vita dagli stadi.

PERCASSI DORME- Percassi merita tutti gli elogi e i complimenti che gli hanno finora attribuito e riconosciuto, ma sul tema ultras, è complice di questa situazione, come tutto il sistema calcio. Nel nuovo stadio, voglio proprio vedere se farà entrare questi bastardi infami, o se in casa sua, farà come altre società europee che per molto meno, senza aspettare i daspo della giustizia, cacciano a vita dai loro impianti questi soggetti.