Indice di pericolosità: Atalanta prima in Europa ma in difesa... Con la Juve un dato significativo.

25.11.2019 09:20 di Luca Ronchi   Vedi letture
Indice di pericolosità: Atalanta prima in Europa ma in difesa... Con la Juve un dato significativo.

Mentre le capre parlano di arbitri, var e complotti, i veri tifosi analizzano i numeri, studiano le statistiche e vedono le partite in modo obiettivo

A quest'ultimo gruppo di tifosi, è da dedicare un dato molto significativo dell'andamento della squadra nell'ultimo periodo, con un indice di pericolosità: palle gol create, da prima in Europa, davanti alla Juve e Lazio, con una media di 76 punti e di 2,5 gol a partita. Dal punto di vista offensivo è un'ottima squadra, ma poi arriva la nota dolente in difesa, dove subisce una decina di punti in più di quella che dovrebbe subire. Alla fine i conti tornano, tra occasioni create e subite, la classifica non mente. 

Nelle ultime giornate è vero che l'Atalanta non segna, ma crea occasioni da gol. Contro la Juve, la partita è finita a 79 punti contro 46 nell'indice di pericolosità, in particolar modo, nel primo tempo 54 contro 15, in soldoni doveva finire sul 2-0 il primo tempo, invece si è andati al riposo sullo 0 a 0

Nel secondo tempo, solo nell'ultimo quarto d'ora, è finito 25 a 30 a favore dei bianconeri. La partita nonostante questo è finita 1-3, segno che si può discutere quanto vogliamo dell'arbitro, del var, delle scie chimiche, ma se non concretizzi le numerosi azioni da gol, non vai da nessuna parte. La Juve con 2 azioni si è trovata in vantaggio senza fare nulla di più dei nerazzurri.