Inter la più bastonata dal Var, alla faccia dei "Favoriscono le grandi". Milan-Atalanta, tutto giusto. Rigore di Ilicic? Non c'era. Gervinho gol da urlo. E De Zerbi è un grande

24.09.2018 17:18 di Luca Ronchi  articolo letto 1419 volte
Inter la più bastonata dal Var, alla faccia dei "Favoriscono le grandi". Milan-Atalanta, tutto giusto. Rigore di Ilicic? Non c'era. Gervinho gol da urlo. E De Zerbi è un grande

In queste prime giornate di campionato, se c'è una squadra penalizzata dal Var, questa è l'Inter. Dopo gli episodi dubbi di Reggio Emilia con il Sassuolo, contro il Parma (negato un netto rigore), anche contro la Samp si è vista annullare due gol di cui uno in fuorigioco per un mignolo rotto di D'Ambrosio. Fosse successo a Bergamo.... Segnatevi tutto cari troll da tastiera. 

MILAN-ATALANTA- L’intervento del Var toglie un gol al Milan e ne dà uno all’Atalanta, in entrambi i casi questione di pochissimi centimetri, che gli occhi dell’arbitro Doveri e dell’assistente Marrazzo non potevano cogliere. Così, due scelte probabilmente sbagliate si trasformano in due decisioni giuste. Al 20’ del primo tempo, sul risultato di 1-0 per il Milan, Bonaventura imbeccato da Calabria raddoppia con un grande colpo di testa. Il Var Orsato, uno dei nostri arbitri più esperti, rivede le immagini e segnala a Doveri che il piede di Bonaventura era oltre la linea dei difensori. Fuorigioco di centimetri, gol non convalidato. Nel primo minuto di recupero, sempre nella stessa area, Zapata tira a botta sicura, Donnarumma devia sui piedi di Rigoni che mette dentro la rete del 2-2. I giocatori del Milan invocano immediatamente il fuorigioco, che in effetti a velocità normale sembra esserci. Non è così: il Var, che da quest’anno utilizza immagini in 3D infallibili, dimostra che Rigoni è tenuto in gioco da Romagnoli, seppure per una questione di centimetri.

ILICIC- A distanza di una settimana, Rizzoli mette a tacere quelli che guardano le partite con gli occhiali nerazzurri e la bava alla bocca con la sete di complotto. Sembrava rigore netto, ma con un'analisi dettagliata si nota che il contatto è avvenuto fuori area. "Il VAR offre una valutazione oggettiva, non ci sono elementi da valutare" ha detto Rizzoli.

GERVINHO- Tra le cose belle della giornata, il gol coast to coast di Gervinho contro il Cagliari. Tra lui e Boateng, sono arrivati in Italia due giocatori dati per bolliti, ma che stanno facendo la differenza in squadre medio piccole come Parma e Sassuolo. 

DE ZERBI- Sposo in pieno il giudizio di Criscitiello su De Zerbi:"La squadra gioca così bene significa che c’è dietro la mano e il lavoro di un allenatore fin qui bello ma mai vincente. Mai vincente perché ha avuto la sana follia di sposare progetti morti prima di nascere. De Zerbi è il nuovo che avanza ma andava messo nelle condizioni di lavorare. Il Sassuolo gioca bene e ha idee basta vedere una partita dei neroverdi e si capisce subito che ogni calciatore, in campo, sa cosa deve fare. Tutti con un ruolo specifico. De Zerbi è l’allenatore 2.0. Ha grandi idee ma è soprattutto un grandissimo conoscitore della materia che vive 24 ore al giorno del suo lavoro. Arriva dal basso e continua a seguire tutte le categorie. Ci sono pochi allenatori in Italia che sono così preparati.