Kessie, stagione (virtualmente) finita. La tecnica è nulla senza la testa. Petagna per Cataldi? Da fare subito, la società ha capito il bluff. Stadio, salta il bando?

 di Luca Ronchi  articolo letto 3109 volte
Kessie, stagione (virtualmente) finita. La tecnica è nulla senza la testa. Petagna per Cataldi? Da fare subito, la società ha capito il bluff. Stadio, salta il bando?

Kessie è al centro di un intrigo di mercato, con l’Atalanta in mezzo a due fuochi, in cui da un lato ha un accordo con la Roma e non vuole rompere i rapporti con i giallorossi per trattative future, dall’altra ha ascoltato e gradito l’offerta al giocatore da parte del Milan. Ma il cerino in mano, ce l’ha il giocatore, dimostrazione come alla fine sono sempre e solo loro che decidono il loro destino. Non c’è agente o presidente che tenga.

Certo, se domani Percassi offrisse a Kessie 4mln a stagione, il centrocampista ivoriano si metterebbe pure a pulire i piatti a Zingonia, ma senza fare fantamercato, è l'ennesimo insegnamento agli ingenui bambinoni che credono ancora ai giocatori legati a una maglia o tifoseria. Ma dai su, sono professionisti e vanno dove vengono pagati di più. Punto!

La sensazione è che alla fine della triste trattativa, se arrivasse un’offerta dalla Premier, Kessie prenderà il primo volo per Londra.

Tutto questo alla faccia di chi rompeva i coglioni di non cederlo a gennaio, perché a giugno sarebbe costato il doppio. Il sottoscritto, aveva posto il quesito: e se invece si infortuna o cala il rendimento? Alla fine, come spesso accade, l’obiettivo prevale sul tifoso….

Ma quello che interessa ai tifosi nerazzurri, è il presente di Kessie e questo sembra già finito. Domani, per la trasferta di Udine, non è stato convocato, con la scusa del male al gastrocnemio (volgarmente detto polpaccio), ma il motivo reale è che il giocatore ormai da settimane ha la testa altrove, al mercato, al suo imminente futuro con il conto in banca decuplicato. Così è inutile che giochi, meglio tenerlo in tribuna e auguriamo a Kessie le migliori fortuna facendo molta attenzione....

Nessuno discute le qualità atletiche e tecniche del centrocampista ivoriano, ma come recitava una famosa pubblicità: la potenza è nulla senza controllo, tradotto. La tecnica è nulla senza testa.  

PETAGNA- Altra trattativa che sta andando avanti a fari spenti, è quella che riguarda Petagna. Con l’arrivo di Cornelius, difficilmente l’ariete nerazzurro potrà trovare una maglia da titolare come quest’anno. L’Atalanta ha capito che un attaccante deve fare gol, sennò può fare il trequartista o il centrocampista. Se l’anno prossimo non gira più di culo con i gol dei difensori, centrocampista e Gomez che fa pentole e coperchi, Petagna quanti gol farebbe? Zero?

Per questo il giocatore è sul mercato e la società nerazzurra ha già fissato il prezzo, segno che la cessione è stata presa in considerazione. Il Milan potrebbe riprenderlo con uno sconto del 50%, ma è chiaro che nel nuovo ciclo rossonero che vuole rilanciarsi, Petagna potrebbe al massimo guidare il pullman, mentre si è fatta sotto la Lazio.

Secondo quanto raccolto da Laziopress.it nelle ultime ore sarebbero andati in scena dei contatti fra Lazio e Atalanta per Andrea Petagna. Il giocatore è valutato 15 milioni dal club orobico, ma nell'operazione potrebbero finire alcune contropartite come Cataldi e Lombardi, senza dimenticare il riscatto del portiere Berisha.

Ma non doveva costare 3748383 milioni Petagna? Se offrono Cataldi o Lombardi sul piatto, caro Percassi, portagli Petagna in spalla.

STADIO- Mi hanno scritto in tantissimi in merito alla lettera di Don Sergio (PARE fosse un fake, gente malata che ha bisogno di cure, provo pena per loro) che mi aveva scrittoDillo a Percassi se non ci ha pensato”, in merito alla possibilità di chiedere. Giuro che ci siamo fatti una risata generale via mail. Sia chiaro, meglio queste lettere ingenue, un po’ fanciullesche che quelle delle capre ignoranti incivili. Don Sergio ci ha fatto involontariamente sorridere, ma non ditelo a Percassi, anche lui una risatina se la sarà concessa. Grazie Don.

Ma veniamo al nocciolo della questione. L’opposizione in Comune, vorrebbe sospendere il bando per l’acquisto dello stadio, per le nuove norme emerse nelle ultime ore, dove il proprietario di un’impianto sportivo, può costruire attività commerciali nelle vicinanze, con la possibilità evidente, di poter avere ulteriori introiti dalla sola acquisizione dello stadio. 

 Per questo viene messa di nuovo in discussione la cifra di 7 mln per  cessione dell’attuale Comunale, secondo l’opposizione troppo bassa. Cosa vi ho scritto ieri? Se non è una tragedia questa cosa, poco ci manca.