Le ultime su Gasperini. I soliti noti parlano di destabilizzazione, ma in altre piazza allora? Per favore pietà per i veri tifosi, tacete per sempre! Pasalic, si complica la permanenza

08.05.2019 17:26 di Luca Ronchi   Vedi letture
Le ultime su Gasperini. I soliti noti parlano di destabilizzazione, ma in altre piazza allora? Per favore pietà per i veri tifosi,  tacete per sempre! Pasalic, si complica la permanenza

Per favore, gli invidiosi, i rancorosi, quelli che vivono ossessionati dal sottoscritto, possono non leggere? E' da coglioni (lo so che lo siete, non confermatelo ogni volta), leggere un sito su cui non siete d'accordo per pregiudizio capresco. Io sono contro i delinquenti, i complottisti, i farabutti figli di doni il combinaro, agli anti sportivi. NON INFAMATE LA GENTE, perchè adoro i tifosi veri per la loro passione, ho moltissimi amici atalantini che tutte le domeniche vanno in curva con cui ci si scambiano opinioni civile, obiettive e anche qualche sfottò in simpatia. Ho la massima stima per la società e la squadra. CHIARO infami invidiosi, ossessionati dal sottoscritto??? Fatevi una vita inetti!

Mi rivolgo a tutti gli altri. Sono in contatto con una persona che conosce molto molto bene Gasperini e qualcosina, su cosa stia pensando il tecnico di Grugliasco, a volte me lo lascia filtrare.

Se lo chiama il Milan o la Roma, anche in caso di Champions dell'Atalanta, cosa farà? Ci sta pensando, indipendentemente dalla qualificazione o meno. Il suo ragionamento è: cosa posso fare di più di quello che ho fatto quest'anno? Chi mi dice che l'anno prossimo, con una stagione meno entusiasmante, mi cerchino ancora? La Champions? Con Milan e Roma, ho molte più possibilità di giocarla nei prossimi anni e magari, andare pure oltre ai gironi di qualificazione.

Ora capisco che siete in preda all'orgasmo collettivo, ma che nei prossimi anni, pensare a una Atalanta che arrivi con continuità  davanti a Roma, Milan e Lazio, francamente è difficile immaginarlo.  Insomma, il classico uovo oggi o la gallina domani? L'uovo sarebbe la Champions con l'Atalanta, la gallina, ricostruire un Milan o Roma con un budget decisamente diverso, un potenziale decisamente superiore, un ingaggio triplicato (oggi 1,5, al Milan 4), e la possibilità di giocare tra qualche anno pure per lo scudetto. Certo, sono tutte supposizioni, possibilità, ma sulla carta, è più facile pensare a un Milan o Roma in Champions nei prossimi anni che l'Atalanta. E' sempre difficile riconfermarsi, c'è il forte rischio di uscire ai gironi e trovarsi a metà stagione senza coppe e con una classifica compromessa per una nuova promozione europea. Può capitare una stagione no dopo 3 da fantascienza, o no? Sono tutti ragionamenti che un allenatore di 60 anni (non 40 0 50), si pone legittimamente.  Comunque non mi occupo più di mercato, se volete sapere le notizie da fonte certa su Gasperini bene, sennò questo è il primo e ultimo articolo. Il mercato lo lascio fare agli esperti del "Perotti a Bergamo" o dei "39 nomi invernali". Avere a che fare con gli asini che non capiscono, è dura.  

Come è dura far crollare quel luogo comune idiota del "destabilizzare l'ambiente". E una puttanata immonda tipo "Il palazzo non ci vuole in Europa" e poi venite ogni domenica da tre anni, presi a merde in faccia. Gli unici che possono destabilizzare un ambiente, sono gli stessi giocatori, allenatori o dirigenti della squadra. Un giocatore come Cassano o Balotelli destabilizzavano le squadre in cui giocavano, ma non le voci di mercato che esistono da 30 anni e ormai nell'era internet e social, ci sono tutti abituati. Stando al vostro ennesimo discorso idiota, allora stanno debastilizzando l'inter pesantemente, visto che si parla di Conte ogni secondo  a reti unificate. Per non parlare del Milan, con Gattuso in bilico da 7 mesi. Se un professionista si lascia coinvolgere da queste voci, è meglio che vada a giocare a dama

PASALIC- L'Atalanta vorrebbe trattenere Pasalic a Bergamo, ma è notizia di oggi che l'Uefa ha imposto il blocco del mercato al club londinese per 2 sessioni di mercato. A questo punto è facile immaginare che i Blues richiamino i giocatori dati in prestito per rinforzare la rosa. L'unica possibilità per vedere ancora il croato a Bergamo è che i nerazzurri facciano valere il loro diritto di riscatto, ma difficilmente il Chelsea, con il blocco di mercato, cederà Pasalic ancora in prestito.