Minacce mafiose alla classe arbitrale. Nicchi all’attacco:"Ricevute buste con pallottole, indaga la Digos". Un giornalista:"Bisogna sparare agli arbitri". Le capre non si rendono conto del pericolo.

04.04.2018 05:29 di Luca Ronchi  articolo letto 1311 volte
Minacce mafiose alla classe arbitrale. Nicchi all’attacco:"Ricevute buste con pallottole, indaga la Digos". Un giornalista:"Bisogna sparare agli arbitri".  Le capre non si rendono conto del pericolo.

Allucinante, vomitevole, vergognoso, fate voi, ma la busta con alcuni proiettili fatti recapitare alla classe arbitrale, ha superato ogni limite della tolleranza. 

La Digos ha aperto l’inchiesta, ora affidata al procuratore aggiunto di Roma, Francesco Caporale, titolare dell’antiterrorismo, che indaga sull’ipotesi di reato di minacce aggravate. Il numero uno dei direttori di gara mette in relazione l’accaduto con un altro episodio: «C’è un giornalista professionista che in una trasmissione ha affermato: “Bisogna sparare agli arbitri e non permettere loro di arbitrare”. Questa è la conseguenza».

Nicchi illustra un’emergenza che va dal calcio professionistico a quello dilettantistico dove si concentra il maggior numero di aggressioni, verbali e fisiche, agli arbitri. I dati della stagione scorsa rischiano di essere superati: siamo già a 300 aggressioni con 100 ricoveri al pronto soccorso. «Non è più accettabile che si continui a picchiare ragazzi di 16 o 17 anni. I genitori ci chiamano preoccupati, e peraltro si lamentano del fatto che da cinque mesi non arrivano i rimborsi e devono pure anticipare la benzina. Noi non chiediamo di darci più soldi, vogliamo solo ciò che ci spetta»

Il problema è anche un senso di isolamento della classe arbitrale. Proprio nella stagione della Var, che avrebbe dovuto rasserenare gli animi. Nicchi accusa: non siamo stati difesi. Fino alla convocazione dal giudice di pace di Di Bello, l’arbitro che ha diretto e bene Inter-Milan e che è stato portato da un’associazione di consumatori in tribunale. «Ve li immaginate Messi e Ronaldo trascinati in tribunale per un errore o presunto tale?».

CAPRE- Vi rendete conto teste di cazzo di quello che combinate con le vostre masturbazioni cerebrali che vedono complotti ovunque? Fate schifo stronzi! Io a questo teatrino non voglio essere complice e quando succedono queste cose, resto sempre più convinto che bisogna troncare  ogni legame con questo mondo malato.