Montero, una lezione di sportività ai suoi ex tifosi atalantini

21.11.2019 14:46 di Luca Ronchi   Vedi letture
Montero, una lezione di sportività ai suoi ex tifosi atalantini

Ci voleva Montero, lo spacca gambe per antonomasia a insegnare la sportività, l'educazione, l'obiettività e il rispetto a tutte le capre atalantine che sono sempre contro, vittimisti per contratto, terrapiattisti, complottisti smentiti ogni volta dai fatti. In una conferenza stampa a chi gli faceva notare alcuni errori arbitrali, l'allenatore della Sanbenedettese ha lasciato tutti di stucco

Nelle scorse settimane, ha mostrato tutto il suo stile parlando di arbitri: secondo lei in serie A, Atalanta compresa, c’è troppo nervosismo sul tema? «Dicendo che non cerco alibi parlo di me: è anche un discorso di vita. Gli arbitri sbagliano, come io sbaglio un cambio, o da calciatore, sbagliavo un passaggio: non è malafede. Credo che tutti debbano guardarsi dentro: se hai fatto tutto per vincere, non hai sbagliato. Allora a cosa serve attaccare gli arbitri per un rigore o un fallo? Credo ci sia anche un po’ di ipocrisia: sentiremo mai un giocatore dire che un rigore assegnato a suo favore non c’era? Nessuno lo farebbe mai, ovviamente: per questo, non mi piacciono le polemiche. Ma noi siamo latini: in Italia e in Sudamerica esasperiamo tutto, perché c’è un clima molto caldo».

90' di applausi!!