"Morte al questore". L'ennesima ignobile vergogna passata sotto silenzio dei giornalisti, società e istituzioni. Ma c'è la Coppa Italia, Palomino, Gomez e Cataldi...

15.01.2019 18:38 di Luca Ronchi   Vedi letture
"Morte al questore". L'ennesima ignobile vergogna passata sotto silenzio dei giornalisti, società e istituzioni. Ma c'è la Coppa Italia, Palomino, Gomez e Cataldi...

L'altra notte, un gruppo di infami bastardi incappucciati pseudo tifosi atalantini, hanno imbrattato i muri del sottopasso al rondò delle Valli, con scritte ignobili contro la questura e il questore Girolamo Fabiano:"Morte al questore". Le motivazioni non le dico nemmeno, perchè sono dei coglioni senza neuroni e non meritano nemmeno il diritto di parola.

Quello che invece mi ha profondamente indignato è il silenzio assordante di giornalisti leccaculo degli ultras, della società e delle istituzioni. Tutti caga sotto che non hanno avuto il coraggio di esprimere una sola parola di solidarietà nei confronti del questore e della questura. 

Ovviamente l'augurio è che i responsabili vengano presto individuati e colpiti severamente nei portafogli, perchè a questi vermi del daspo non gli frega nulla, anzi, sono medagliette al valore per scalare posizioni nella loro  associazione a delinquere. 

Questi bastardi si firmano "Curva Nord" quando non rappresentano nemmeno la loro famiglia. Dietro al nome dell'Atalanta, patrimonio dell'intera città, si arrogano il diritto di infangare il nome di tutti i tifosi civili. 

Ma per anni avete attaccato il sottoscritto che NON HA MAI avuto nulla contro il tifo sano e splendido della curva, ma nutre odio profondo contro questi infami incappucciati che meritano di stare allo zoo per imparare l'educazione dagli scimpanzeè. Io finirò di dire la verità su di voi, quando voi la finirete di dire balle nei confronti del sottoscritto. 

Nel mio piccolo voglio esprimere la massima solidarietà al questore e ringraziare la Digos per l'eccezionale lavoro svolto contro questi bastardi a cui gli è stata messa la museruola, ma il loro capetto Boccia continua a restare impunito. Ha fatto di tutto e di più, violato mille volte il daspo andando persino in Europa al seguito dell'Atalanta, ma nessuno lo sbatte in galera. Quando succederà, giustizia sarà fatta per molti.

Qualcuno mi ha detto:"Cavolo te ne frega di questa gentaglia, ignorali". Eh no, perchè è per colpa di questi infami che il calcio si trova in queste situazioni da terzo mondo. Società tenute per le palle sotto ricatto, violenze, curve in mano alla micro e macro criminalità, spaccio di droga in zone franche, attività illecite, teppismo impunito. NON BISOGNA MAI FAR SILENZIO!

PALOMINO- Però a voi non frega nulla, ai giornalisti interessa Palomino che manda implicitamente a fanculo l'Atalanta e vuole il Boca Junior a tutti i costi, interessa la partita di Coppa Italia contro il Cagliari per poter poi affrontare la Juve e sfogare i vostri complottismi e vittimismi sui social.  Interessa il mercato con Cataldi nel mirino... Ops, ho fatto un nome, scusate, io non c'entro nulla con il calciomercato, lascio spazio agli esperti. 

GOMEZ- Intanto si è saputa l'offerta monstre degli arabi per Gomez: 10 mln di ingaggio. Ovviamente il Papu sta alla finestra senza esporsi, ma accetterebbe oggi la proposta. Per questo l'Atalanta insiste per Caprari e Defrel.