Panchina d'oro: Gasperini dietro Allegri. Sarri terzo, ma Inzaghi meritava di più. La Samp in cattività per preparare la sfida di Bergamo

26.03.2018 13:44 di Luca Ronchi  articolo letto 1907 volte
Panchina d'oro: Gasperini dietro Allegri. Sarri terzo, ma Inzaghi meritava di più. La Samp in cattività per preparare la sfida di Bergamo

Si è assegnato il premio della panchina d'oro dell'anno 2017 e la classifica ha visto Massimiliano Allegri il nuovo vincitore della 'Panchina d'Oro'. Il tecnico della Juventus ha ottenuto 19 voti, precedendo sul podio Gian Piero Gasperini dell'Atalanta (11 voti) e Maurizio Sarri del Napoli (7 voti).

Classifica giusta, salvo a mio modesto avviso il terzo posto di Sarri che ha fatto sicuramente una grande stagione, ma non ha vinto nulla a differenza di Simone Inzaghi, che con una squadra molto più debole sulla carta, ha fatto un campionato straordinario arrivando in finale di Coppa Italia. 

Avrei premiato pure Di Francesco, nonostante una stagione complicata con il Sassuolo arrivato per in Europa League.

SAMPDORIA 

Ora o mai più. La Sampdoria può cancellare la piccola crisi e il mal di trasferta in un colpo solo: alla ripresa del campionato, infatti, i blucerchiati sono attesi da due incontri consecutivi lontano dal Ferraris, per poi presentarsi a Marassi per il derby con il Genoa. Tutto in otto giorni, quelli che potrebbero rilanciare la formazione di Giampaolo nella corsa all’Europa o mandarla definitivamente fuori dai giochi.

IDEA RITIRO Un momento talmente determinante che sta facendo programmare ai dirigenti una soluzione a sorpresa: un mini ritiro a Pasqua e Pasquetta. Un modo per rendere meno traumatiche le due trasferte consecutive, sabato a Verona contro il Chievo e martedì a Bergamo contro l’Atalanta. Partite che, tra l’altro, sono in programma alle 18, orario che non aiuterebbe certo. Ecco così che tra un discorso e l’altro il tecnico Giampaolo e il presidente Ferrero hanno buttato giù un’idea: ritiro a metà strada tra Verona e Bergamo, ideale per recuperare energie e consolidare il gruppo in un momento topico della stagione, trascorrendo tutti insieme la Pasqua.