Peggio di così non poteva andare, ma le colpe sono solo dell'Atalanta. Kulovic non si compara sul mercato. Gomez, un campione si giudica da un rigore. Tifosi imbarazzanti, Gasperini ci sei o ci fai? Dalle stelle alle stalle. Il bello potrebbe venire

31.08.2018 06:11 di Luca Ronchi  articolo letto 4346 volte
Peggio di così non poteva andare, ma le colpe sono solo dell'Atalanta. Kulovic non si compara sul mercato. Gomez, un campione si giudica da un rigore. Tifosi imbarazzanti, Gasperini ci sei o ci fai? Dalle stelle alle stalle. Il bello potrebbe venire

E' da una settimana che me lo sentivo e l'avevo pure scritto giovedi scorso:"L'Atalanta ha provato i rigori?". La Legge di Murphy si è abbattuta come un ciclone sui nerazzurri in una serata in cui non c'è nulla da salvare, ma ora posso vedere il film che ho "auspicato" in questi mesi con l'Atalanta impegnata solo in campionato.

Dai gironi diretti, all'eliminazione in una notte, ma se in 210' fai 40 tiri e zero gol, il problema è solo ed esclusivamente tuo e non si dia la colpa alla sfortuna o a Kulovic, mancato acquisto sul mercato. Il culo ce lo si crea e se sbagli davanti al portiere, sei scarso o poco lucido, non ci sono alternative. 

UN FILM INCREDIBILE- Se a luglio vi avessero detto che l'Atalanta avrebbe dovuto iniziare i preliminari, sarebbe arrivata al terzo turno in carrozza, giocato l'andata facendo 45838939 tiri e zero gol, dominare per 70' a Copenaghen, non segnare gol che faceva pure il mio cane, supplementari, fatica bestiale con il campionato tra 2 giorni e perso ai rigori con l'uomo immagine Papu Gomez e un ex il danese Cornelius, probabilmente avreste pensato a un incubo impossibile. Invece è la durissima realtà in cui i nerazzurri si sono svegliati.

GIUDIZI- Imbarazzanti certi "tifosi" che ora attaccano Gasperini (un mago a Roma), Cornelius per aver calciato il rigore con il sospetto che abbia sbagliato apposta e Gomez, uno che il dischetto del rigore non deve nemmeno più guardarlo, Zapata una zavorra etc etc. 

Una cosa forse si poteva evitare: far tirare Cornelius (per altro ha tirato bene), forse a livello psicologico non è stato il massimo, ma come lo stesso  danese ha detto dopo la partita "Nessuno ha voluto tirare". Tradotto: si sono cagati tutti addosso e ho tirato io. 

GOMEZ- Il Papu Non è un campione e lo si vede pure da questi piccoli grandi particolari. A differenza di ciò che canta De Gregori, un campione lo si giudica anche da un calcio di rigore. Un campione la pressione la cerca, non la subisce, lo esalta, è nei momenti decisivi che si fa la vera differenza E GOMEZ SPESSO L'HA FATTA IN NEGATIVO. Ottimo giocatore per l'Atalanta, ma non è un campione. Nulla di male eh, ma se è ancora a Bergamo, un motivo ci sarà.

A RIDAJE' GASPERINI- Sempre detto: tanto fenomeno in panchina, quanto stucchevole, piangina, irritante ai microfoni. C'erano da affrontare i preliminari con la prospettiva di giocare poi l'Europa giocando ogni tre giorni. Una società cosa fa? Cerca di regalare al proprio allenatore due squadre competitive, no? Il problema però è che il turno decisivo si giocava il 30 agosto e il mercato chiudeva il 17, per cui in caso di eliminazione, non potevi ridare indietro 10 giocatori a chi te li aveva venduti come in una televendita "Soddisfatti o rimborsati", è stato un rischio che se la società non avesse preso, Gasperini, invece di parlare di mercato triste, si sarebbe proprio dimesso. Ora è facile parlare e dire puttanate immonde come "Il modo perfetto per spaccare lo spogliatoio". Lo rompi tu con queste dichiarazioni. 

Quando le cose vanno bene, vi assicuro che nessuno si permette di dire una mazza. I mal di pancia nascono se giocano i figliocci anche ingessati o vengono fatti favoritismi e questo con Gasperini mi sembra non sia mai avvenuto. 

VUOI UNA GRANDE E POI TI CAGHI IN MANO A GESTIRE L'ATALANTA CON RIGONI-GOMEZ? Basta piangere che sei in un ambiente dove qualsiasi allenatore vorrebbe trovarsi. Questa Atalanta e' da primi 7 posti, se non arriverà li, le responsabilità saranno tue e pure molte

DIETRO LE PAROLE DEL GASP- Con queste dichiarazioni folli, Gasperini sta dicendo a Sartori di vendere tutto il vendibile entro la chiusura dei mercato esteri, Cornelius e Valzania su tutti.

IL MEGLIO POTREBBE VENIRE- Il turn over di lunedi ha portato 1 punto (con i titolari al top potevano essere 3?) e l'eliminazione dall'Europa con una partita da giocare domenica contro il Cagliari che l'anno scorso ha portato via 6 punti ai nerazzurri. 

Una serata nefasta sotto tutti i punti di vista, ma ora potrei vedere quello che ho sempre "auspicato" (non desiderato!!),   cioè vedere l'Atalanta impegnata solo in campionato. Se invece di piangere, Gasperini facesse come tutti gli allenatori che fanno ruotare i migliori, tenendo fuori anche Gomez se necessario per far giocare Rigoni o chi per esso, allora credo che questa eliminazione verrà dimenticata in fretta e addirittura benedetta.

Barrow se sta fuori non è un problema enorme, ha dimostrato di dover mangiare ancora tanta polenta e Cornelius non mi sembra un Cassano che ti spacca lo spogliatoio se non gioca. GASP TACI!!

NON SI DICANO VACCATE- Ieri sera, presi dalla delusione, più di qualcuno ha parlato di zona Champions. Non diciamo cagate e teniamo i piedi per terra. Che l'Atalanta se la possa giocare con tutti (tranne la Juve per me, solo per me, non per voi), nessun dubbio, ma da qui a dire che arriverà tra le prime 4, è fumo negli occhi che fa perdere l'umiltà, la dimensione di questa società. Va benissimo avere ambizioni, ma se poi non arriva la Champions come la mettiamo? SARA' UNA STAGIONE FALLIMENTARE? Ma che cazzo di tifosi siete? Poi sono io quello che destabilizza. Ma fate i seri e ve lo dico io ora: chi cambia giudizio in 2 giorni, passando da un'Atalanta da scudetto a un'Atalanta pompata e sopravvalutata, è un povero cretino DA SOCIAL che merita di tifare altro. 

CAGLIARI, TRASFORMARE GLI OSTACOLI IN OPPORTUNITA'- Ora piuttosto si deve trasformare, GLI OSTACOLI IN OPPORTUNITA', la delusione in rabbia, ferocia agonistica e massacrare il Cagliari facendo magari giocare gli stessi giocatori con l'aggiunta di Rigoni. Domenica sera vediamo di separare gli uomini dai piangina. 

SALISBURGO- Oh, consolatevi, c'è chi sta peggio. Il Salisburgo in 11 turni preliminari di Champions o Europa League è uscito 11 volte!!