Per i cialtroni anche Bertolacci in arrivo all'Atalanta. Lo svincolato De Silvestri entra nel casting, ma ci sono problemi di cassa? Intanto la realtà segna un altro buco: Defrel vicino al Cagliari. Attenzione, la quiete prima della tempesta

15.08.2019 13:06 di Luca Ronchi   Vedi letture
Per i cialtroni anche Bertolacci in arrivo all'Atalanta. Lo svincolato De Silvestri entra nel casting, ma ci sono problemi di cassa? Intanto la realtà segna un altro buco: Defrel vicino al Cagliari. Attenzione, la quiete prima della tempesta

Cerca rinforzi d'esperienza l'Atalanta di Gian Piero Gasperini, spiega oggi Tuttosport. I nomi caldi in queste ore sono due giocatori che l'allenatore conosce bene per aver valorizzato ai tempi del Genoa: Diego Laxalt, esterno sinistro uruguaiano in uscita dal Milan, e Andrea Bertolacci. Il centrocampista romano, dopo l'esperienza in rossonero, è svincolato e per questo sarebbe anche un'occasione low cost per il club orobico.

Gregoire Defrel, torna ad essere vicino al Cagliari. Resta ancora la distanza sulle modalità di pagamento (48 o 72 mesi) ma la sensazione che hanno entrambe le società adesso è positiva. Capitolo trasferimento: la formula sarà quella del prestito oneroso di 3 milioni per le casse della Roma . Come scrive Tuttosport, difficile che l'affare non si chiuda, regalando così a Maran un attaccante di spessore importante.

FANNO SCHIFO, ECCO QUELLO CHE FANNO QUESTI CIALTRONI CHE VI PRENDONO PER IL CULO!

DE SILVESTRI- Il futuro di Lorenzo De Silvestri, trentunenne, potrebbe non essere a Torino. Il calciatore va in scadenza di contratto a fine stagione e anche se la società ha già parlato con l'entourage del giocatore, un accordo non è ancora stato trovato. Divenuto uno dei simboli della tifoseria, come anticipa Tuttomercatoweb, sono già stati registrati gli interessi del Bologna di Sinisa Mihajlovc, che in carriera lo ha spesso avuto a disposizione, e dell'Atalanta, intenta a coprire l'infortunio di Timothy Castagne.

Io non sono di quelli che dice che se una squadra prende svincolati, sono dei morti di fame che riciclano bidoni, anzi, la Juve con 54mln tra svincolati e prestiti con diritto di riscatto si è fatto un centrocampo super, ma se una squadra con 100mln di utile, fa fatica a spendere 15mln per un terzino o un trequartista, poi capisco il tifoso che si fa qualche domanda. Come al solito, la società, invece di spiegare, fa comunicati stampa quando si sente minacciata nel portafogli degli abbonamenti, però per il resto non ci mette quasi mai la faccia. Questo è sempre stato il limite dei Percassi. Più interazione con i tifosi non guasterebbe, spiegare cosa stanno facendo e come, sarebbe utile per placare molte perplessità e incazzature dei tifosi che non possono sapere come funziona un'azienda sempre più grande come quella dell'Atalanta. Nessuno sa le mille voci di spesa a cui una società di calcio deve far fronte.  

LA QUIETE PRIMA DELLA TEMPESTA- Stamattina ve l'ho solo accennato, ma potrebbe esserci un terremoto in casa Atalanta. Dopo anni di sopportazione, tra Sartori e Gasperini potrebbe scoppiare la guerra finale per il mercato. Da una parte Sartori filo societario, persona pragmatica, attento ai conti, al futuro della società e tifosi. Dall'altra Gasperini l'egoista che pensa solo al suo torna conto personale che sa solo chiedere chiedere, quando poteva benissimo andarsene alla Roma senza creare tensioni in società, dove sarebbe stato accontentato. L'Atalanta è riuscita ad arrivare terza senza fare spese folli, crescendo gradualmente di anno in anno, nonostante il mercato triste bollato da qualcuno. 

Non so cosa succederà da qui al 2 settembre, da una parte la società che ha chiuso il mercato (salvo terzino e ritocchi vari), dall'altra un allenatore inquieto che vorrebbe oggi 10 giocatori di qualità, domani va bene così, dopodomani 4-6. La sensazione è che qualcosa nel quartier generale di Zingonia potrebbe scoppiare a breve.