Sconcerti:"Atalanta più europea della Fiorentina"

22.04.2019 09:34 di Luca Ronchi   Vedi letture
Fonte: Corriere della Sera
Sconcerti:"Atalanta più europea della Fiorentina"

Premessa: il seguente articolo del giornalista Mario Sconcerti (fiorentino dichiarato), non è per quelli che se i media nazionali parlano dell'Atalanta, non possono farlo, non sono degni e sono dei ruffiani. Per tutti gli altri, ecco un altro ennesimo articolo e commento di elogi all'Atalanta. Andatene fieri. 

Atalanta e Fiorentina hanno diverse ma entrambe ottime referenze europee. L’Atalanta è tra le squadre che giocano meglio, dicono tutti somigli all’Ajax soprattutto nell’ordine di gioco e nella rapidità con cui recupera palla. Aggiungo che sa giocare correndo per molti tratti di partita, è un po’ meno rapida quando cerca di farlo di prima. Ma come l’Ajax è svelta a portare molti uomini nell’area degli altri. La Fiorentina è stata per lungo tempo la squadra più giovane d’Europa. Non so se lo sia ancora, gli ingressi di Mirallas e Muriel hanno alzato la media.

Fino all’ottava giornata la Fiorentina era nettamente davanti all’Atalanta, 13 punti contro 6. Alla fine del girone di andata l’Atalanta ne aveva già 28 e la Fiorentina 26. Poi le strade si sono apertamente divise. A segnarle, in modo plastico, è stato l’inizio del volo di Zapata. Ha cominciato a segnare tardi, poi ha segnato sempre. È stato quando la Fiorentina invece si è fermata, quando ha cominciato una serie infinita di pareggi che hanno fatto prima pensare a una squadra comunque poco battibile e sono poi diventati la conseguenza di limiti evidenti.

La Fiorentina prima segnava poco, poi ha subito tantissimo, cinque volte tre reti, tenendo però un andamento che qualcosa ha fatto pensare. Per esempio il duro cammino in Coppa Italia: vittoria a Torino, addirittura sette gol alla Roma. Qualcosa la squadra ha, ma non so che cosa resti, a parte Chiesa. Per esempio le sconfitte sono abbastanza poche, 9 come quelle dell’Atalanta, due meno della Lazio, quattro meno della Sampdoria. Ha subito un gol meno della stessa Atalanta ma ne ha segnati meno 19. In sostanza all’Europa proponiamo una squadra che è già europea nel gioco e negli uomini, l’Atalanta, e una che ha sprazzi di vivacità importanti ma non è ancora squadra.

Sarà anche la partita di grandi giocatori: la Fiorentina ha il migliore, Chiesa. L’Atalanta una serie molto più lunga di giocatori base: Freuler, De Roon, Hateboer, Ilicic, Gomez, Zapata. Spesso la gioventù è un ripiego. I giocatori devono essere prima di tutto semplicemente bravi.

È semmai curioso notare come in tutta questa crescita, Gasperini continui ad avere partenze di stagione lente. Erano quasi normali quando le sue squadre avevano ambizioni più basse, infatti pagò subito caro l’inizio pigro dell’Inter. Dalla nona giornata a ora Gasperini ha fatto in pratica i punti dell’Inter. Nelle prime otto ne aveva persi dieci ed era stato eliminato dall’Europa League. È una cesura autunnale piuttosto puntuale che non si addice alle nuove, stabili, ambizioni della squadra. Se l’Atalanta diventa continua, può molto, quasi tutto.