SERIE BWIN - STATISTICHE 30° GIORNATA: Atalanta vs Novara.

08.03.2011 13:41 di Luca Ronchi  articolo letto 1303 volte
SERIE BWIN - STATISTICHE 30° GIORNATA: Atalanta vs Novara.

La capolista Atalanta impatta in casa contro un Novara ben messo in campo. Nonostante il pareggio dei piemontesi raggiunto allo scadere, i numeri evidenziano un sostanziale equilibrio tra le due compagini. La densità del gioco si è sviluppata tendenzialmente nella zona mediana del campo: le sortite offensive dei nerazzurri si sono concretizzate prevalentemente lungo le corsie esterne (destra 35%, sinistra 32%) mentre l'undici allenato da Tesser si è reso pericoloso soprattutto nella zona centrale di attacco (35%) e lungo l'out destro (37%). L'Atalanta ha collezionato un numero maggiori di palloni giocati (546 contro 533 degli avversari) ed una sostanziale anche se non schiacciante supremazia territoriale: 10':11" contro 08':43" del Novara. Tra le due squadre, pressocchè equilibrati, sono risultati essere i dati relativi al possesso palla (49.8% per i bergamaschi, 50.2% per i piemontesi), numero totale di tiri realizzati (15 per ciascuno) e percentuale di passaggi riusciti (54% per entrambe le formazioni). Meglio l'Atalanta (48.0%) del Novara (45.1%) nella percentuale di pericolosità concretizzata.

 

Lo rileva il Report n. 24/2011 elaborato dall’Osservatorio Calcio Italiano - website monitoring delle manifestazioni calcistiche in Italia.

La supremazia territoriale dei bergamaschi passa dalle giocate riuscite di Ferri (47) e Barreto (43): il centrocampista paraguaiano si è messo in evidenza anche per la fase di interdizione con 27 palloni recuperati. Bene anche Carmona con 26. Nel Novara Gheller e Porcari sono risultati essere i giocatori più precisi nei passaggi realizzati (42 ciascuno). Il numero 2 piemontese, assieme a Lisuzzo, ha dimostrato buona affidabilità in fase di copertura (26 palloni recuperati per entrambi). Il trio Ruopolo-Marilungo-Carmona per l'Atalanta, Motta e Rubino per il Novara sono stati i giocatori a tentare maggiormente la conclusione a rete: tre tiri per ciascuno di loro.

Sostanziale equilibro anche nei falli commessi: 16 per i padroni di casa, 17 per gli ospiti che invece hanno collezionato un numero maggiore di corner 7 contro i 3 dei nerazzurri.