Si stava meglio quando si stava peggio. Primi passi per l'oblio. Coppa Italia a Roma, vi svelo un segreto. Bergamonerazzurra passa a Facebook

17.05.2019 13:51 di Luca Ronchi   Vedi letture
Si stava meglio quando si stava peggio. Primi passi per l'oblio. Coppa Italia a Roma, vi svelo un segreto. Bergamonerazzurra passa a Facebook

Se c'è una frase demente, è quella chi ci dicono spesso i nostri nonni:"Si stava meglio quando si stava peggio". Una cagata fotonica, perchè ai loro tempi c'era il fascismo, le guerre, la carestia, la fame, si moriva giovani, c'erano più furti, rapine, morti per mafia, insomma, una cagata planetaria. Però IL CONCETTO potrebbe calzare a pennello nel caso dell'Atalanta. Bei tempi quando si usciva al primo turno di Coppa Italia ad agosto contro la Fermana o l'Acireale, nessuna lamentela, nessuno che scassava i coglioni agli arbitri, era vista come un impiccio e tutto finiva li.

Quest'anno, è diventata un incubo: prima i complottisti contro Doveri, arbitro disegnato per Atalanta-Juve a Bergamo che avrebbe dovuto favorire i bianconeri: 3-0 senza appello. E i complottisti muti, fuggiti nelle fogne dell'etere. 

Soprattutto non era previsto un ritorno, un bel culo che nessuno però ha fatto pesare dalle parti di Torino. A campi invertiti, forse ora non stareste ancora parlando del 15 maggio come data memorabile. Poi contro la Fiorentina avete triturato i coglioni a Chiesa con offese inqualificabili, ma anche in questo caso, l'Atalanta ha passato facile il turno arrivano in finale a Roma, capitale d'italia dove giustamente si deve giocare la finale della coppa nazionale. A Roma si gioca la Coppa italia da 10 anni e  ci hanno giocato per ben 5 volte le romane. Nessuno ha mai sollevato la questione del campo, ci volevano i sottosviluppati atalantini per farlo. Ma vi svelo un segreto: la Lazio è arrivata in finale superando l'Inter e il Milan a San Siro, ripeto per le capre della terza asilo, quelli a cui manca sempre un "h": hanno vinto a Milano due volte arrivando a giocarsi una finale in uno stadio diviso praticamente a metà nel tifo. Oh, ma c'è una cosa in cui risucite ad aver ragione in un confronto con il sottoscritto? Finora, in 10 anni, zero, è come rubare in Chiesa con voi cialtroni. 

RETROCESSIONE- Quando si lottava per la retrocessione, nessuno parlava di complotti, di palazzo, di "Diamo fastidio" (a chi mentecatti a chi????), ora che l'Atalanta va da 3 anni in Europa al posto delle big come Inter, Milan, Lazio, Roma, dite che il palazzo non vi vuole in Europa. Vi rendete conto di quanto siete coglioni? Vi rendete conto dell'ignoranza che c'è in voi? Per me i figli che avete non sono vostri, è impossibile avere dei padri del genere, dovrebbero togliervi la patria potestà. Se a dirlo sono dei ragazzi/e, mi auguro siate già in cura presso qualche clinica psichiatrica o veterinaria. C'è una tipa completamente malata che è stata addirittura ripresa dal gruppo Facebook "Sei di Bergamo.." perchè continuava a postare cose folli sull'Atalanta, arrivando a dire che uno non è bergamasco se non tifa Atalanta. 

L'hanno presa tutti a calci in culo via cavo. L'Atalanta fino a pochi anni fa era sostenuta solo nelle valli, nelle fattorie, nei campi agricoli, ma in città ancora oggi si tifa Inter, Juve, Milan, e sarà sempre così. Vi svelo un segreto, siete una minoranza pure a Bergamo. 

Un ragazzino tifa per un a squadra per i colori, per un giocatore che in quel momento va per la maggiore (tipo CR7 oggi), per tradizione familiare, perchè condizionato da un gruppo di amici o per andare contro corrente, ma di certo a Bergamo non esiste la dittatura nerazzurra, siete una minoranza, fatevene una ragione, non siete al centro del mondo. Il Palazzo non sa nemmeno dove cazzo sta l'Atalanta sulla cartina geografica calcistica, state a cuccia, non vi caga nessuno. Siete la squadra simpatia, la società da prendere a modello, parlano tutti di voi e pregate dio che non si spengano le luci già dall'anno prossimo, non tiratevi seghe mentali. Il calcio è una grande azienda, possono esserci degli interessi economici per danneggiare o favorire certe squadre, ma stiamo parlando di società grandi, quotate in borsa che hanno a che fare con fondi o aziende internazionali con fatturato di milioni di euro, sono cose che voi non potete nemmeno capire, fate i bravi dai, stati li a cuccia. 

PER FAVORE ADOTTATE ANCHE VOI UNA CAPRA ATALANTINA, EDUCATELA, CONSOLATELA, ACCAREZZATELA. FATELO PER IL BENE VOSTRO E PER TUTTI I BERGAMASCHI NORMODOTATI. Già siamo considerati dei bigotti, provincialotti, se lasciamo campo a questi trogloditi, diamo adito a pensare questo a tutta Italia. 

PRIMI PASSI PER L'OBLIO- Oggi mi è arrivata la comunicazione da TuttoMercatoWeb che hanno inviato la richiesta per la chiusura del dominio di Bergamonerazzurra, ci vorrà qualche giorno, spero entro mercoledi o giovedi prossimo, poi sarà la fine, non sentirò ne leggerò più le capre, i complottisti, i terrapiattisti. Ovviamente la gioia sarà reciproca, ma una cosa sia chiara: ho deciso io e solo io di chiudere, l'avrei fatto già l'anno scorso se certa gente non mi avesse scritto di chiudere. SONO NATO LIBERO L'1 LUGLIO 2009 E MORIRO' LIBERO DOPO 10 ANNI! Non ho mai venduto il blog a nessuna pubblicità, non ho mai lucrato sulla vostra passione, vi ho sempre aperto gli occhi facendo opinione e non la nuda cronaca da leccaculi come i vostri idoli amici degli ultras teppisti. 

FACEBOOK- Già la posta elettronica è stata chiusa da mesi, però con i veri tifosi ci ritroveremo in Facebook e li si potrà finalmente interagire e scambiarsi opinioni civilmente. Aprirò una pagina FACEBOOK A NUMERO CHIUSISSIMO, CON UNA SELEZIONE ALL'INGRESSO SEVERISSIMA. Chi sgarra viene cancellato e spedito nelle fogne del Far Web. Finalmente parleremo di calcio serenamente, parleremo di Atalanta senza più le capre invidiose e rancorose a cui piace spiare dal buco della chiave. Hanno mantenuto in vita  Bergamonerazzurra per 10 anni, facendomi arrivare a punte di 7.000 contatti giornalieri.  Grazie capre, siete da curare. Ora provate ad aprire un blog da soli, non come altri con 20 persone che ci lavorano e finanziati da pubblicità in ogni angolo della pagina. A naso credo che non sapete nemmeno come si apra, però provateci, magari i vostri cani o gatti un'occhiata la daranno. Parleremo anche di calcio in generale, senza più rompi coglioni finti atalantini frustrati. 

Vi aspetto a breve, il nome della pagina sarà "Bergamonerazzurra" per cui non potete sbagliarvi. Se ci saranno altre pagine con lo stesso nome, state certi che ci differenzieremo per le opinioni oneste, obiettive, trasparenti. Non accetterò profili senza volto, nomi falsi o profili sospetti di tarocco. Conosco bene chi far entrare e chi no.