Storico: l'Atalanta prende posizione sulle vicende ultras di Firenze. In passato silenzio assordante. I politici strumentalizzano la vicenda per la loro campagna elettorale.

01.03.2019 13:24 di Luca Ronchi   Vedi letture
Storico: l'Atalanta prende posizione sulle vicende ultras di Firenze. In passato silenzio assordante. I politici strumentalizzano la vicenda per la loro campagna elettorale.

Dopo anni di SILENZIO ASSORDANTE davanti a scontri ultras, agenti feriti, insulti, minacce, scritte in cui si augura la morte al questore, guerriglie urbane, la società Atalanta tramite un comunicato stampa,  chiede (legittimamente) chiarezza sugli eventi successi a Firenze. Secondo la versione degli ultras, sono stati aggrediti dai poliziotti così per nulla, tanto per giocare un po' a fare la guerra. Sono stati daspati 150 ultras e ci sono 6 agenti feriti, ma è tutto finto, inventato, hanno sempre ragione gli incappucciati e i giornalisti gli reggono la coda.

Gli ultras non fanno mai nulla, sono sempre puniti ingiustamente, sono i poliziotti che tirano bombe carta, scatenano guerriglie, fanno cariche su gente inerme. Ma l'importante per voi è il boccia libero e libertà per gli ultras. Non è che per caso qualcuno è stato individuato fare casino allo stadio e hanno aspettato il momento più opportuno  per individuare qualcuno? 

Nessun giornalista, tifoso, giocatore e dirigente ha mai speso mezza parola di solidarietà nei confronti degli agenti feriti, mai una parola di solidarietà al questore o alla Digos, mai! Dalla società un semplice "fate i bravi" come se avessero a che fare con  Boy Scout in gita. Perchè non è mai stata prese una posizione sul Boccia? Vi va bene quello striscione in curva Claudio libero che dovrebbe rappresentare il pensiero di un'intera curva? Siete tutti per il boccia innocente? Da che parte state, con le famiglie, bambini, tifosi civili o con quei 100 delinquenti pluri daspati che chiedono il ritorno allo stadio di un pluri condannato?

I tifosi si scandalizzano per la vicenda di Firenze, però per anni hanno fatto silenzio davanti alle guerriglie urbane e leccano il culo al Boccia eleggendolo a loro rappresentante per acclamazione. Complimenti. Ora sappiamo che molti tifosi che si dichiarano civile, sono dalla parte dei delinquenti. Non c'è mai fine al peggio.  

Detto questo, senza entrare nel singolo episodio, in cui se ci sono stati degli sbagli delle forze dell'ordine è giusto che vengano accertati, ma stiamo parlando di un episodio davanti a anni di guerriglie e scontri organizzati dagli ultras. Perchè nessuno ha mai aperto bocca?

VOLETE CAPIRLA che in un paese civile, in uno sport, la Polizia non dovrebbe nemmeno esserci? Volete capirla che se non ci fossero in vostri amici incappucciati, avremmo uno sport più pulito e a misura di famiglia? Vi scandalizzate se qualche fiorentino ha litigato in tribuna con gli atalantini per eccesso di tifo (assurdo!), poi voi cacciate i bambini con la maglia della Juve dalla tribuna!!! Allucinante. Giornalisti e tifosi complici dei delinquenti.

Poi chiaro che in guerra saltano le regole e nella massa, non puoi certo star li a individuare chi tira una bomba carta o un sasso. C'è un giusto e sacrosanto pregiudizio nei confronti degli ultras, vorrei ben vedere se non fosse così. Dopo gli scontri, chissà perchè, chi ha la peggio sono sempre gli agenti delle forze dell'ordine. Lasciamo l'uso del manganello e della pistola libera, perchè sparare alle gambe a questi rifiuti, non è un problema. 

 Salvini ha subito convocato un tavolo urgente dopo il morto di Santo Stefano a San Siro, 3 giorni di casino, di indignazione e poi alla fine non è cambiato nulla di nulla. Anzi, sono state permesse le trasferte di gruppo in treno o in pullman  che hanno da sempre creato i maggiori problemi di ordine pubblico. 

Voi continuate a piangere vittimismo, intanto il calcio va sempre più a puttane e voi siete i primi responsabili. 

DETTO TUTTO QUESTO in cui non ci sono attenuanti, mi chiedo perchè nessuno ha filmato l'aggressione della polizia e se fosse vera, è giusto che paghino pesantemente, guai se non fosse così. Ma non si può chiedere la pena di morte per 30 poliziotti, poi assolvere per 30 anni gli ultras teppisti. Eh no, vi rendete solo ridicoli. Salvini si tolga la maglietta della Polizia e indossi quella degli ultras. Ha peggiorato la situazione e come ho sempre detto pure al questore di Bergamo, con questa gente non si tratta, sono malati mentali, delinquenti nel sangue. 

Lasciamo perdere poi i politici leccaculo che stumentalizzano la vicenda per la loro campagna elettorale. Chissà perchè non si fanno mai sentire quando a scatenare gli scontri sono gli ultras. Poveri zerbini.