Ultras atalantini (?) assaltano un ristorante a volto coperto, una spedizione punitiva sconcertante. Attendiamo il comunicato della curva. (Video)

 di Luca Ronchi  articolo letto 2142 volte
Ultras atalantini (?) assaltano un ristorante a volto coperto, una spedizione punitiva sconcertante. Attendiamo il comunicato della curva.  (Video)

Nel video pubblicato dal giornale Liverpool Echo si vedono alcuni uomini a volto coperto entrare nel salone del locale e scagliarsi contro alcuni clienti all’interno. Non è chiaro se siano tifosi bergamaschi: uno indossa una maglietta nerazzurra e il quotidiano parla di persone che «vestono merchandise dell’Atalanta». 

Nel video diffuso da Liverpool Echo si vedono otto uomini entrare a volto coperto. Uno brandisce una cintura e si scaglia contro un cliente del ristorante. «Sono corsi tutti contro un ragazzo che era con la sua ragazza, la madre e la zia – spiega al giornale inglese il direttore del locale -. Hanno iniziato a lanciare bicchieri e urlare contro gli altri clienti. Molti si sono spaventati, hanno lasciato i tavoli e se ne sono andati. Non è mai successo nulla di simile in sei anni».

SPEDIZIONE PUNITIVA- L'assalto ha tutte le caratteristiche di una spedizione punitiva. Si vede chiaramente Er Monnezza con la maglia numero 29 e uno con lo zaino Atalanta che avrà l'età di mio nonno. Mi auguro che non siano pezzenti dell'Atalanta, perchè sarebbe un atto vigliacco senza precedenti che getterebbe fango e merda a tutta la città e la tifoseria nerazzurra. 

Aspetto un comunicato della Curva di condanna, ma se davvero i responsabili saranno ultras bergamaschi, il rischio di giocare una o due partite a porte chiuse non è da escludere.

Avevamo appena speso parole di elogio nei confronti degli ultras che da più di un anno stavano rigando dritto, c'era stata un'apertura nei confronti del Bocia con la sospensione della Sorveglianza speciale e ora questo episodio che potrebbe gettare merda su tutta la città.

Spero che i responsabili vengano presto individuati e bannati per sempre dallo stadio di Bergamo. Percassi non può far finta di nulla, non può essere complice di questi figli di puttana.