Un altro giovane inutile per l'attacco: Parigini. Va bene i giovani, ma ora si sta esagerando. Retroscena Jankto

06.07.2018 19:30 di Luca Ronchi  articolo letto 3220 volte
Un altro giovane inutile per l'attacco: Parigini. Va bene i giovani, ma ora si sta esagerando. Retroscena Jankto

Vittorio Parigini è un nome che ricorre spesso tra gli operatori di mercato della Serie A: l'attaccante esterno classe 1996, reduce da una stagione in prestito al Benevento, appare infatti destinato a lasciare il Torino in questa sessione estiva di calciomercato.

Su Parigini hanno già mostrato interesse Fiorentina, Sassuolo, Parma e soprattutto Udinese, ma nelle ultime ore - secondo le informazioni raccolte dalla redazione di Calciomercato.it - l'Atalanta è tornata prepotentemente alla carica per il suo acquisto. L'Atalanta, in attacco, resta anche alla finestra per Gregoire Defrel della Roma, ma in posizione più defilata rispetto ad altre pretendenti.

Ora, va bene i giovani, per altro nemmeno dell'Atalanta come Bettella e Carraro, frutto di un favore fatto ai cugini di mercato dell'Inter, ma francamente, hanno rotto i c... le scatole. Se questa è la campagna di rafforzamento in attacco dell'Atalanta, tanto vale restare con Petagna e Cornelius che non hanno nulla da invidiare a Tuminello e Parigini.

Siamo al 6 luglio, magari domani arriva Mbappe, ma dovendo analizzare giorno per giorno le operazioni di mercato (finora nulle) e le voci (moltissime), non si può che restare perplessi sulle intenzioni della società. 

Resto stra convinto che il vero mercato in casa Atalanta, non sia ancora partito, ma stanno facendo tutte operazioni di contorno per rinforzare la panchina in previsione di una lunga stagione che vedrà di nuovo la squadra impegnata su tre fronti, ma è chiaro che ad oggi, l'Atalanta si è nettamente indebolita e Gasperini è all'ostia. 

Sono solo a sostenerlo? Amen, ma i ruffiani, leggano altri siti o giornali, qui troverete sempre obiettività e trasparenza, anche se le opinioni  vi faranno venire l'orticaria.

JANKTO- intanto, emergono alcuni retroscena sull'affare Jankto. Il DS Pradè, passato dalla Samp all'Udinese, non avrebbe gradito lo sgarbo atalantino fatto alla Samp per Ilicic e oggi, ha realizzato la sua vendetta a distanza di un anno.