Un nome nuovissimo: Defrel, allora dico anche Mayoral, il mercato del riciclo. Esclusiva: tre giocatori del PSG nel mirino. Quei 21 milioni rifiutati per Barrow servino da lezione. E su Ilicic e Castagne...

06.06.2019 19:45 di Luca Ronchi   Vedi letture
Un nome nuovissimo: Defrel, allora dico anche Mayoral, il mercato del riciclo. Esclusiva: tre giocatori del PSG nel mirino. Quei 21 milioni rifiutati per Barrow servino da lezione. E su Ilicic e Castagne...

La visita di Percassi a Parigi per incontrare i manager del PSG, non si è fermata solo agli affari, ma il presidente nerazzurro, ha chiesto se c'era qualche giocatore che poteva partire in prestito o a titolo definitivo, a prezzi accettabili. Sono spuntati tre nomi su tutti, un centrocampista, un trequartista e un attaccante. Attenzione, non ho detto che arriveranno sicuramente, magari uno o tutti e tre, questo non lo so, ma sicuramente ne hanno parlato. 

I nomi? L'anno scorso avrei azzardato a scriverli, ora lo lascio dire ai vostri infallibili guru del mercato. Io non mi occupo più del mercato, però mi tengo informato sui giocatori nella lista dei desideri e se dovesse partire Zapata, allacciate le cinture.....

BARROW- Nell'intervista di Percassi alla Gazzetta, il presidente ha raccontato di aver rifiutato 21mln per Barrow e tutt'ora suo figlio Luca gli fa pesare la cosa. Va beh, capita, ma serva da lezione per i prossimi bambini che dopo una partita vengono giudicati come fenomeni e poi nel giro di qualche mese risultano dei giocatori normalissimi. Bastoni, venduto a 10mln, sembrava una follia, ma oggi gira l'Italia del calcio in prestito e nessuno finora ne ha sentito la mancanza. Idem Capone e Melegoni in prestito permanente. Con il cuore e i sentimenti, non si fanno le squadre, ma si rovinano. I tifosi dovrebbero capirla, se fosse stato per voi, oggi a Bergamo avremmo ancora Cigarini, Cazzola, Carrozza, Ciccio Bello Valenciano o Leo Rodriguez.  L'Inter dei sentimenti post triplete, ha trattenuto tutti e si è suicidata da sola, idem il Milan, tenendo gente che oggi lasciano il Milan nel buio della notte (Montolivo), quando dovevano essere ceduti anni fa.

DEFREL- "Gregoire Defrel, attaccante della Sampdoria in prestito dalla Roma, è seguito dall’Atalanta", l'ha detto Gianluca Di Marzio. Ma va??? Ci voleva Di Marzio per saperlo? Non lo sapeva nessuno a Bergamo, il problema è che la Sampdoria non l'ha riscattato perchè la Roma chiede 12mln, non proprio noccioline. Se Mancini dovesse andare alla Roma, potrebbe entrare come contropartita, ma francamente, prenderei El Shaarawy, ma io non so 'na mazza. 

COMUNQUE SE VOGLIAMO FARE UN PO' DI MERCATO CIRCOLARE, rifacciamo il nome di Borja Mayoral, giovane attaccante del Real Madrid di rientro dal prestito. Perica dell'Udinese, Caprari, Quagliarella, Barzagli, Bonifazi, tutti nomi da anni seguiti dall'Atalanta, ma Percassi ha detto che la società è passata da un fatturato di 30-40mln a 180-200mln, scioccante se pensate a cosa si può fare anche con la metà di questi soldi sul mercato. Gli obiettivi di ieri, possono essere anche quelli di oggi, ma certi profili,  potrebbero essere superati dalle ambizioni e dalla qualità della rosa.

E voi preferivate  la Coppa Italia alla qualificazione Champions. Voi volevate l'Europa League rispetto al campionato. Ora pure Percassi l'ha detto chiaro:"L'eliminazione di Copenaghen e la sconfitta in Coppa italia, sono state delle delusioni, ma oggi forse non saremmo qui con la Champions".

OSTACOLO INGAGGI- Io avevo proposto di fare dei prestiti forti per affrontare la Champions, come quelli che affittano la Ferrari per celebrare il matrimonio e poi la restituiscono. Ecco, si potrebbe pensare ad una cosa simile, perchè i premi a progetto (giustissimi), difficilmente verranno accettati da tutti. Mi spiego, se il primo bonus scatta al passaggio dei gironi di Champions è un rischio piuttosto alto, non certo come un premio salvezza. Ieri Commisso ha espresso la regola numero uno degli imprenditori seri:"Vola basso e realizza tanto". 

ILICIC- Il Napoli va in pressing per Zapata e Ilicic. Lo sloveno, dopo l'aumento dell'ingaggio ingiustificato a Gomez, ovviamente è andato a bussare alla porta di Percassi con il solito ricattino che fanno tutti i procuratori: minacciano di andarsene, di avere offerte milionarie, di volere una squadra competitiva e i presidenti bocaloni ci cascano e tirano fuori il grano. TUTTI ATTACCATI ALLA MAGLIA I VOSTRI IDOLI, mettetevi in fila per 5h allo Store Atalanta per Ilicic, vai....

CASTAGNE- Anche l'esterno Castagne dovrebbe restare, ovviamente con un notevole aumento dell'ingaggio. La Champions porta sicuramente prestigio, ma anche costi maggiori che incidono poi sul bilancio societario. 

MONTERO- Vi ricordate Montero l'assassino (ma bravo), della difesa atalantina prima e della Juve poi' Tornerà in Italia per allenare la Sanbenedettese