Vendita dello stadio, le offerte sono due come vi avevo annunciato, il franco tiratore è Andreoletti. Chi c'è dietro l'operazione? Percassi molla tutto? Ecco i possibili scenari. In serata nuovi aggiornamenti esclusivi

 di Luca Ronchi  articolo letto 2390 volte
Vendita dello stadio, le offerte sono due come vi avevo annunciato, il franco tiratore è Andreoletti. Chi c'è dietro l'operazione? Percassi molla tutto? Ecco i possibili scenari. In serata nuovi aggiornamenti esclusivi

Cosa vi ho scritto in questi mesi in merito al bando dello stadio? Occhio che potrebbero inserirsi franchi tiratori, imprenditori che non vorranno lasciare campo libero a Percassi su una partita tanto succulenta come la proprietà del comunale.

Sia chiaro una cosa, i tifosi evitino di ricondurre al tifo da bar pure una normalissima gara imprenditoriale onesta e legale. Andreoletti ha tutto il diritto di concorrere all’acquisizione dello stadio. Poi saranno fatti suoi come vorrà gestirlo e a chi affittarlo.

ANDREOLETTI E SOCI?- La grande vendetta di Andreoletti, sembra arrivata. Ma la domanda sorge spontanea: dove li prende 25 milioni per i lavori? Lui da solo difficilmente potrebbe sostenere i costi della ricostruzione del nuovo stadio, ma se dietro di lui ci fosse una cordata di imprenditori? Allora si che sarebbero guai.... E' lo scenario che qualche mese fa vi avevo previsto. 

Percassi, in caso di "sconfitta” lascerà l’Atalanta? Si, no , forse, chi lo sa. Certo, la botta sarebbe tremenda e non sono escluse sorprese.

SCENARI- Dunque salta tutto? No, non salterà nulla, ma è chiaro che a questo punto le previsioni di avere uno stadio per il 2020 si allontanano. In caso di vittoria del presidente dell’Albinoleffe, Percassi rivendicherà i lavori già effettuati sulla tribuna centrale, si andrà per vie legali. In più il presidente seriano, vorrà far giocare l'Albinoleffe di nuovo allo stadio, con tutte le conseguenze del caso. 

Per contro, se dovesse vincere Percassi, Andreoletti potrebbe avvalersi delle nuove normative burocratiche emerse in queste settimane.

Insomma, il solito caos all’italiana, dove mille leggi, non fanno chiarezza ma solo confusione.

Al momento, per ovvi motivi, non posso aggiungere altro, ma quello che tutti davano per una pura formalità, come invece vi avevo prospettato, sarà un percorso ancora lungo e con ostacoli di non poco conto. IN SERATA, SPERO MI DIANO IL PERMESSO PER POTERVI DIRE ALCUNE COSE IN MERITO, UNO SCENARIO CLAMOROSO all'orizzonte.