Via Aubameyang, che affare.... per il Borussia! Batshuayi spaventa l'Atalanta

 di Luca Ronchi  articolo letto 2680 volte
Fonte: Gazzetta.it
Via Aubameyang, che affare.... per il Borussia!  Batshuayi spaventa l'Atalanta

La lingua fuori durante la corsa per festeggiare il gol a ricordare un po' di cose: che la scelta di vestire la maglia del Borussia Dortmund è stata azzeccata, che il senso del gol fa ancora parte del suo essere calciatore e che, forse, qualcuno avrebbe dovuto credere un po' di più in lui. Michy Batshuayi stasera ha messo a segno una doppietta all'esordio con la maglia giallonera nella sfida vinta 3-2 in casa del Colonia. Il tutto a soli due giorni di distanza dal clamoroso k.o. del Chelsea di Conte per 3-0 contro il Bournemouth, orfano di Morata e in attesa di Giroud.

QUESTIONE DI SCELTE — Il Chelsea si è dannato per l'intera sessione di mercato nella speranza di strappare Edin Dzeko alla Roma e fornire ad Antonio Conte un'alternativa di livello al reparto avanzato: incassato il no del bosniaco, però, la scelta è stata dirottata su Olivier Giroud, chiudendo di fatto il triangolo che ha portato Aubameyang all'Arsenal e lo stesso Batsuhayi al Dortmund. E se la soluzione fosse invece stata sempre sotto gli occhi del tecnico italiano? Da parte sua, quella della Bundesliga è scelta ideale per il 24enne relegato in panchina dall'ex c.t. azzurro (12 apparizioni in stagione, soltanto una partita impiegato per 90 minuti): il Dortmund è infatti un ambiente dove tante giovani promesse spente hanno poi saputo ritrovare la loro qualità smarrita (i più recenti: Aubameyang, andato a sostituire Lewandowski, che prese a sua volta il posto di Barrios).

AL POSTO GIUSTO — E pensare che nemmeno un anno fa, a maggio del 2017, era stato proprio Batsuahyi a regalare la Premier League a Conte con il gol al West Bromwich Albion. Una rete arrivata 6 minuti dopo l'ingresso in campo al posto di Hazard (in quel momento disse a Kante: "Ma entro davvero io?"), all'82', che aveva fatto esplodere la festa in casa Chelsea. Un gol che aveva dato un senso speciale ai 40 milioni sborsati al Marsiglia per portarlo a Londra. Nelle ultime due partite di campionato, poi, 3 gol in 118 minuti. Aspettative alte per la successiva stagione, disattese dalle poche presenze e dall'acquisto di Morata.

LA PARTITA — Stasera il riscatto immediato: al 35' il mancino su assist di Toljan che regala il momentaneo vantaggio al Dortmund, poi il pari di Zoller prima del colpo da avvoltoio per anticipare Horn al 62'. Nel finale il gol di Schurrle (in rete di nuovo dopo quasi un anno a ribaltare nuovamente il risultato portato sul 2-2 da Mere) su passaggio, pensate un po', di Batsuhayi. Batsman (chiamato simpaticamente così sia per la sua passione per l'uomo pipistrello che per l'abitudine di saltare fuori dal buio della panchina) ha forse finalmente trovato il posto giusto per far sbocciare il proprio talento.