"Zapata vecchio e stanco. Percassi un furbo". Treno dei tifosi viola e i milanisti a Parma, paga pantalone. Zapata e il futuro che verrà. Eredivise e Bundesliga altro pianeta. Atalanta più forte di sempre?

24.04.2019 05:22 di Luca Ronchi   Vedi letture
"Zapata vecchio e stanco. Percassi un furbo". Treno dei tifosi viola e i milanisti a Parma, paga pantalone. Zapata e il futuro che verrà.  Eredivise e Bundesliga altro pianeta. Atalanta più forte di sempre?

Appena avete letto la dichiarazione del titolo come avete reagito? Sicuramente insultando il sottoscritto, ma io questa frase non l'ho ovviamente mai detta ne pensata, mentre la stessa cosa, l'ha detta l'agente di Masiello in riferimento a Milik e De Laurentis. Ovviamente è passata sotto silenzio, ma la ritengo una frase piuttosto vergognosa che, al di là della vaccata detta su Milik (25 anni), quello che in 2' a Bergamo ha regalato i 3 punti al Napoli, ed è in lotta per vincere la classifica capo cannonieri, NON SI DOVREBBE PERMETTERE DI OFFENDERE NESSUNO O DENIGRARLO, solo perchè un suo assistito ha fatto un salvataggio sulla linea di porta, mentre il polacco stava a guardare il pallone invece di rincorrerlo. 

A parti invertite, se avessero dato del vecchio a Masiello (33 anni), avreste insultato PASQUALIN A VITA, CHIEDENDO L'ESPULSIONE DALL'ALBO DEI PROCURATORI. Ma a Bergamo, come altrove, esistono sempre due pesi e due misure.

TRENI SPECIALI- Come negli Anni 80, come negli Anni 90. I tifosi tornano ad andare in trasferta in un treno riservato, così come avveniva fino a 20 anni fa. Una parte dei sostenitori della Fiorentina raggiungerà infatti Bergamo con un mezzo delle Ferrovie dello Stato, per la semifinale di ritorno della Coppa Italia contro l’Atalanta, in programma giovedì sera.

Qualcuno a Bergamo, si è scandalizzato per questo permesso. Il motivo è poco chiaro, ma l'ignoranza come al solito la fa da padrona tra i tifosi atalantini. 

Le trasferte di massa in treno, sono state riammesse dal ministro Salvini, in barba agli episodi più violenti successi negli anni passati, dove convogli di tifosi distruggevano stazioni di servizio, carrozze e una volta scesi erano botte che volavano con le forze dell'ordine. Se ci sono trasferte pericolose, sono proprio quelle di massa e per di più in treno. Ma Salvini, uno che abbraccia Luca Lucci, difficilmente potrà mai ammetterlo, sono bacini di voti importanti da conquistare e coccolare. 

MILAN-PARMA- A tal proposito, andate a leggete cosa è successo nella trasferta di Parma dei tifosi rossoneri, partiti in treno da  Milano. 

"Il treno regionale delle 9.20, diretto a Bologna, è pronto al binario 21. Un importante dispiegamento di militari, polizia e carabinieri presidia la stazione, in particolare proprio quel binario. Chi non è un amante del calcio non sa che oggi, su quel treno, sono presenti centinaia di tifosi (ultras) del Milan. Sono tutti diretti a Parma, dove alle 12.30 si disputerà l’incontro tra le due squadre. Nonostante in tanti abbiano il biglietto, su quel treno non si può salire. Davanti a ogni ingresso ci sono uomini e donne delle forze dell’ordine, insieme al personale Trenitalia, che spiegano a chi ha comprato un biglietto per quel viaggio che quei vagoni sono occupati. Gli utenti non capiscono. Trenitalia fornisce versioni contraddittorie. “Provate a salire in fondo”, dice un dipendente. “No qui non si può più salire”, riferisce un altro.


Dai finestrini si affacciano i tifosi. Molti hanno un atteggiamento intimidatorio nei confronti di chi è sulla banchina e chiede informazioni per prendere il treno. Hanno megafoni e provocano. Di continuo. Diversi passeggeri si rivolgono al personale Trenitalia per chiedere come sia possibile che un pubblico servizio non preveda un “treno speciale” per i sostenitori di una squadra di calcio. Ma soprattutto tutti si chiedono il motivo per il quale un treno sia, di fatto, inaccessibile perché sui gradini di ingresso delle carrozze alcuni tifosi impediscono agli utenti di salire.
“Hai problemi perché io sono sul treno? Io ho pagato hai capito? Qui ci stiamo noi”, grida un ragazzo dal finestrino a una giovane che prova a capire se salire o no. “Quella è una figa, può salire se vuole”, urlano a una donna che, però, si allontana velocemente. “Qui non sale più nessuno”, dice un’altra voce. Gli agenti cercano di tenere la situazione sotto controllo. Una ragazza si avvicina e polemizza, ma le forze dell’ordine rispondono:”Se vi chiediamo di non salire è per la vostra incolumità”. Lei ribatte:”Quindi dobbiamo accettare un atteggiamento intimidatorio pur avendo pagato il biglietto? Questa è interruzione di pubblico servizio”. Un agente le dice:”Hai perfettamente ragione, ma non farti sentire, non li provocare, altrimenti questi scendono e finisce male. Ci riempiono tutti di botte”.

Si sentono parole offensive e un ragazzo chiede a un agente come siano possibili scene di questo tipo:”Ma vi rendete conto? Qui ci sono anche anziani, qualcuno può sentirsi male”. La risposta è emblematica:”Avete ragione e lo sappiamo”. Fuori dai vagoni ci sono persone con valigie, studenti, famiglie e disabili, con la carrozzina. Nessuno di questi è riuscito a partire. Il treno è come paralizzato. “È una situazione surreale”, dice arrabbiata una donna, rivolgendosi al capotreno. Lui le risponde:”Se il treno è pieno non potete più salire. E il treno è pieno”. Qualcuno chiede se sia possibile avere un rimborso del biglietto, ma la risposta è negativa. Alla fine, il convoglio è pronto a dirigersi verso il capoluogo Emiliano. A qualche minuto dalla partenza, gli agenti domandano alle persone di allontanarsi. Il treno parte. Ma decine di persone restano lì, sulla banchina. Perché un viaggio, che doveva essere “ordinario”, è diventato inaccessibile. Proibito.

PAGA PANTALONE- Perché la comunità deve caricarsi dei danni che inevitabilmente faranno sui treni? Se si sono vietate le trasferte in treno, un motivo ci sarà caro Salvini. 

STADIO VIETATO AI BAMBINI- Capito le trasferte sicure? Ma voi siete andati oltre, avete invitato i fiorentini a starsene a casa. Una vergogna che A BERGAMO è UNA COSA MOLTO FREQUENTE E NOTA, quando dei bambini con la maglia della Juve, sono stati invitati a toglierla prima di entrare in tribuna. Una vergogna imbarazzante per una città ospitale come la nostra. A San Siro si mischiano milanisti, interisti, juventini, napoletani, romanisti senza che nessuno dica una parola. in altri sport, non esistono nemmeno i divieti in curva, anzi, tifosi locali che ospitano quelli avversari, non è raro vederli. 

SIETE DAVVERO DEI POVERETTI DI CERVELLO, UNA CULTURA CHIUSA, BIGOTTA, ANTISPORTIVA COME QUESTA, FRANCAMENTE NON L'HO MAI VISTA. 

ZAPATA- In inverno Duvan Zapata ha avuto due offerte importanti. Una da 35 più bonus da parte del West Ham, intenzionato a sostituire Arnautovic (poi mai partito), l'altra da 40 milioni dal Dalian Yifang che poi ha virato le proprie mira su Marek Hamsik. MA COME? E PERCASSI CHE SVENDE I SUOI GIOIELLI? E Percassi che pensa solo a far cassa? Guarda te questo Percassi che zittisce le capre per l'ennesima volta.... Che birbante. 

Zapata è in prestito biennale, quindi potrebbe rimanere un altro anno con l'Atalanta che non avrebbe problemi, ma è possibile che ci sia un riscatto anticipato di un anno per poi fare cassa per sfruttare il solito expolit di un giocatore di Gasperini, venderlo a 60mln e poi vedere che torna a valerne 20. Zapata vuole una grande, ha un'età - 28 anni - e la maturità per provarci. L'Inter lo vedrebbe bene come il dopo Icardi, anche in coppia con Lautaro Martinez. Il Chelsea ci proverà se dovesse riuscire a evitare il blocco dei trasferimenti. Certo, se arrivasse una Champions League, a Bergamo, potrebbe cambiare qualcosa.

ATALANTA PIù FORTE DI SEMPRE?- Impossibile paragonare epoche diverse, ma se dovessimo basarci solo sui risultati, ovvio che lo è. Da quando l'Atalanta nella sua storia ha mai lottato per il 4°posto? Molte più volte l'ha fatto per il quart'ultimo. Il punto che ci si dimentica però, è che da anni il calcio italiano si è impoverito, permettendo una scalata sociale in classifica delle piccole, ora diventate classe media. L'Udinese, il Sassuolo, il Genoa, Samp, Torino, Chievo e la stessa Atalanta che arrivano a giocarsi un posto in Champions, è frutto anche di questa povertà qualitativa. Le famose 8 sorelle con la Samp di Vialli e Mancini, la Fiorentina di Batistuta e Rui Costa, il Genoa di Aguilera e Skurawy, la Lazio di Salas, Boksic, erano squadre fortissime che lottavano con le big, mentre le ultime della classe giocavano un loro campionato per la parte destra della classifica. 

EREDIVISE- Mettete il caso che Juve e Napoli fossero appaiate in classifica e i bianconeri si fossero qualificati in semifinale. A Napoli ma pure a Bergamo, da sciacalli, non avrebbero aspettato altro che una distrazione della Juve in campionato con la testa in coppa. Mentre in Olanda, con Ajax e PSV a pari punti, non solo si anticipa la partita dell'Ajax, ma viene rinviata l'intera giornata di campionato, perchè l'Ajax in questo momento rappresenta una nazione, mentre da noi si sono scatenati gli sfigati rancorosi che NON VINCONO una mazza da 8 anni e dal 2001 a oggi, la seconda del campionato, ha preso più di 100 punti dalla Juve. Capito? 100 PUNTI! Ma la colpa è dell'arbitro, del var, delle scie chimiche e del palazzo che non vi vuole in Europa. 

BUNDESLIGA- In Germania, cascasse il mondo, ma le ultime 2 giornate di campionato si devono giocare tutte in contemporanea alle 15. Ma per il Francoforte in semifinale di Europa League, si è fatta un eccezione e la partita contro il Mainz verrà posticipata di un giorno. VI RICORDO CHE IL FRANCOFORTE è quarto in classifica in una tonnara di squadre in lotta per un posto in Champions. VOI AVRESTE PIANTO GOMBLOTTI PER UN ANNO!

PRIMA PAGINA TMW- Io dico cazzate, sono un coglione e devo morire per il 99% di voi, ma per farvi due "risate", leggetevi i due articoli di TMW usciti oggi. Uno:"MERCATO NON STOP", parla di Conte vicino alla Roma (non mi risulta per nulla), in parte c'è il fondo del giorno dove scrive "Conte chiede tempo all'Inter, c'è dietro il Milan". Il problema è che loro vivono di questo, raccontandovi due cose diverse nello stesso tempo, mentre io lo faccio per hobby e vengo massacrato. Peccato poi che tra i super espertoni, pagati da voi per farsi leggere, a volte il sottoscritto che non sa nulla, anticipa movimenti di mercato, su cui ci arrivano dopo qualche giorno anche i vostri idoli.