Carlo Rondina:"Ti seguo da Pesaro, mi piace tantissimo la tua obiettività". I tifosi sportivi sono la maggioranza silenziosa. I social? Tutti hanno lo stesso diritto di parola di un premio nobel

13.01.2017 13:55 di Luca Ronchi  articolo letto 866 volte
Carlo Rondina:"Ti seguo da Pesaro, mi piace tantissimo la tua obiettività". I tifosi sportivi sono la maggioranza silenziosa. I social? Tutti hanno lo stesso diritto di parola di un premio nobel

Caro Luca Ronchi, sono un tifoso 55nne dell'Atalanta di Pesaro da ben 40 anni, credo che nella mia provincia sono l'unico xkè non ne mai conosciuto altri finora. Ho visto poche volte l'Atalanta dal vivo e mai a Bergamo perchè mi sono sempre piaciuti poco gli ultras bergamaschi e poi non mi piace il freddo invernale degli stadi, leggo sempre il tuo blog sai perchè? perchè non sei tifoso dell'Atalanta, ma commenti le vicende atalantine con un distacco e una obiettività che mi piace tantissimo, non sei coinvolto dal tifo e sei molto pragmatico, Complimenti continua così e ti seguirò sempre, un caro saluto Carlo

Caro Carlo, grazie.

Pubblico la tua lettera come riassunto di molte mail ricevute in queste ore. Sono sicuro che la stragrande maggioranza dei tifosi dell'Atalanta, siano persone intellettualmente oneste, sportive, civili. Purtroppo, come in ogni ambiente, ci sono sempre le pecore nere che urlano spesso di più, rovinando l'immagine di tutti gli altri. 

Un utente stamattina mi ha scritto che è evidente che ce l'hanno su con l'Atalanta. Cosa vuoi rispondere a masturbazioni cerebrali senza senso? Se c'è una società che piace ed è presa come esempio è proprio l'Atalanta. Se poi parliamo di ultras, ben venga il pugno e il piede di ferro per prenderli a calci in culo! Nessuna pietà contro i delinquenti, devono farsi anni di galera e poi lavori sociali per imparare a vivere in mezzo agli esseri umani.

Vedi, sui social e in internet, le pecore nere purtroppo trovano libero sfogo alle loro frustrazioni, hanno lo stesso diritto di parola di un premio Nobel e spesso, "urlando" di più con insulti, minacce e verità assolute postate con arroganza, si sentono vivi. 

Ti ringrazio, insegnate la sportività ai vostri amici e compagni di tifo.