Don Sergio:”Non si può avere una deroga per giocare a Bergamo l’Europa League. Percassi non ci ha pensato?” Ci sono più possibilità che lei diventi un integralista islamico. Le leggi in Italia per il camino, in Europa si applicano!

 di Luca Ronchi  articolo letto 1893 volte
Don Sergio:”Non si può avere una deroga per giocare a Bergamo l’Europa League. Percassi non ci ha pensato?” Ci sono più possibilità che lei diventi un integralista islamico. Le leggi in Italia per il camino, in Europa si applicano!

Buonasera.

Da tempo seguo questo sito condividendo in pieno tutti i suoi commenti "fuori dal coro".

Non ho mai scritto e lo faccio ora, riguardo alla questione dello stadio nell'eventualità (praticamente certezza) dell'Europa League.

Giocare a Reggio Emilia o altrove la trovo una cosa senza senso, inutile e dannosa per i tanti motivi che anche Lei ha affermato.

Mi chiedo: ma è proprio impossibile giocare a BG? Non conosco i motivi ostativi, li posso solo ipotizzare (capienza insufficiente? assenza di sicurezza? carenze riguardo alle normative?, ecc.) In intesa ed in sinergia tra PERCASSI, COMUNE, PROVINCIA, PREFETTURA, FIGC, UEFA e tutte le istituzioni ed enti coinvolti, non sarebbe possibile chiedere ed ottenere una AUTORIZZAZIONE IN DEROGA ALLA NORMATIVA VIGENTE? Secondo me se ci fosse la volontà si potrebbe percorre insistentemente questa strada per riuscire ad ottenere il rilascio del NULLA OSTA necessario. Non sarebbe impossibile perchè succede anche per altre strutture (ospedaliere, scolastiche, ecc.). Si potrebbe almeno tentare...a questo punto diventerebbe più ragionevole e vantaggioso affrontare la discutibile Europa League, quanto meno a casa propria e tra i propri tifosi, nella propria città.

Lo suggerisca a Percassi, qualora non ci avesse già pensato.

Le partite, poi, non sarebbero neanche molte (2,3 o 4 per i più ottimisti?), senza i preliminari (speriamo!).

Cordiali saluti.

Un DON da sempre atalantino.

P.S. CORNELIUS finalmente un bomber degno di questo nome; mi sembra anche un ragazzo serio, posato, con i piedi per terra e la testa sulle spalle...e non si esalta neanche troppo dopo i gol, tra l'altro uno più bello dell'altro quelli che ho visto nei vari video in rete. Ottimo acquisto!

Caro Don Sergio, grazie mille per gli apprezzamenti.

Vengo subito al nocciolo della questione, perché resto sempre  stupito di come un atalantino che si definisce tale (ne ho sentiti tantissimi eh), non conosca ancora i motivi per cui è impossibile giocare l’Europa League a Bergamo. L'hanno scritto in mille lingue ovunque, ma fa nulla, ripetiamolo senza problemi, vuol dire che il calcio nella vita, ha un importanza relativa come è giusto che sia, per chi non lo DEVE seguire per necessità lavorative. 

Ho riso (la prenda senza offesa), quando ho letto “Percassi non ci ha pensato?” Eheheheh, come no… Ma ci sono delle norme e se in Italia siamo il paese dei condoni, della bustarella, delle concessioni edilizie abusive per poi pagarne le conseguenze con vittime umane, in Europa non scherzano un cazzo. Ci sono delle regole e vanno rispettate, punto!

Caro Don, in un mese dovresti mettere tutti i seggiolini nelle curve perché uno stadio a norma per l’Uefa deve avere tutti i posti a sedere. Zone di prefiltraggio, bagni, tornelli, luci, messe in sicurezza e tante altre regole che ripeto, VANNO RISPETTATE!

E’ superfluo dirti che sarebbe assurdo creare posti a sedere in curva, spendere soldi ora, quando l’anno prossimo inizieranno i lavori per lo stadio nuovo. Certo che è follia andare a giocare a Reggio Emilia, oltre al danno di dover giocare l’Europa, la beffa di non poter nemmeno seguire la squadra al Comunale. 

Su Cornelius, non giudico sulle apparenze, sicuramente peggio di Petagna è difficile fare, ci sono portieri che grazie ai rigori e punizioni, hanno segnato di più dell’ariete nerazzurro.  

Cordiali saluti Don, un abbraccio da Luca.