Francesco Dominoni:"Giornalisti da prendere a sberle". Uhhhhh parole truculente. I giornalisti sono la fortuna degli ultras, dirigenti e presidenti.

09.03.2017 17:19 di Luca Ronchi   Vedi letture
Francesco Dominoni:"Giornalisti da prendere a sberle". Uhhhhh parole truculente. I giornalisti sono la fortuna degli ultras, dirigenti e presidenti.


Allora la Nord non è un covo di spacciatori con 6000 drogati al suo interno!!!Il questore ha ribadito il concetto, il giornalista invece si è comportato come fa di solito cioè da gioppino...

Avete rotto il kazzo di puntare il dito, iniziate a fare il vostro lavoro nella più assoluta trasparenza....Gioppini che non siete altro...
Voi create tensione,dopo lamentatevi se qualcuno vi prende a sberle....

Saluti
Francesco
 

Ciao m****o. Prima di risponderti, ti dò un consiglio. vai in bagno, guardati allo specchio e prenditi a testate, chissà che si riattivi qualche neurone.

Detto questo, non solo in Curva ci sono il 99% di ragazzi che vorrebbero condividere una sana passione in compagnia, ma ritengo la Curva Nord (è da 9 anni che lo scrivo capre!!!), una delle curve più passionali e calorose. Purtroppo questi ragazzi (moltissimi miei amici), per colpa di 100 merdosi drogati teppisti, subiscono pure loro un danno d'immagine che non meritano.

Ultras che vanno in tv alla trasmissione "12° uomo in campo" a piangere, ad insultare, accusare giornalisti e forze dell'ordine, poi intelligentemente mandano avanti i più coglioni a prendersi diffide, daspo e giorni di galera, mentre loro hanno l'abbonamento all'Eco di Bergamo e la tessera del tifoso in incognito, perchè devono allinearsi al pensiero unico capresco. Ormai il giornalista, è diventato un bersaglio facile, un alibi dei tifosi, dirigenti e presidenti per nascondere le loro sconfitte o errori. Senza i giornalisti, l'ultras sarebbe morto e sepolto, con chi potrebbe prendersela?

Per le sberle, vediamo cosa ne pensano in questura della tua mail truculenta.

Saluti