R.Mazzoleni:"Gazzetta poco limpida e trasparente". Seri problemi di complottismo, la vicenda più torbida del calcio porta a Bergamo: doni!

 di Luca Ronchi  articolo letto 1396 volte
R.Mazzoleni:"Gazzetta poco limpida e trasparente". Seri problemi di complottismo, la vicenda più torbida del calcio porta a Bergamo: doni!

 

Ciao Luca, a proposito della gazzetta, non sarà che è cambiato il vento grazie all'editore Cairo. Al di là di tutto comunque gli eventi passati, a mio avviso, non mi sono sempre apparsi limpidi e cristallini. Opinione personale ovviamente.

Ciao, Roberto Mazzoleni

Ciao Roberto, credo che tu come altri, abbiate seri problemi da risolvere con voi stessi. 

Vedete il complotto ovunque, facendo la morale agli altri, quando la pagina più vergognosa del calcio degli anni 2000, porta direttamente a Bergamo e ha il nome di cristiano doni e masiello che oggi indossa la maglia nerazzurra.

Una vicenda davvero poco limpida e torbida che tutt'oggi ha lasciato molti dubbi: possibile che doni abbia fatto tutto da solo? Dove sono gli altri 4 coinvolti che giocano liberamente impuniti? I quattro moschettieri che hanno avuto il culo di trovarsi uno disponibile a prendersi le colpe per tutti. Sia chiaro, lui era il capo banda ed è giusto sia stato radiato, ma gli altri suoi compagni sono fuggiti alle telecamere. 

DOVRESTI BACIARE LA PORTA DELLA GAZZETTA OGNI SANTO GIORNO! Grazie alla Rosa, l'Atalanta ha guadagnato una visibilità nazionale senza precedenti, ha fatto conoscere al mondo i suoi giocatori e i ragazzini di Zingonia, con la conseguenza di far schizzare alle stelle il valore dei relativi cartellini. Non solo, grazie all'Atalanta, Bergamo ne beneficia pure a livello turistico e di introiti, con la vendita di biglietti, gadget, abbonamenti tv etc etc.

Vi rendete conto che il vostro "Pòta figa ce l'hanno su con l'Talanta" è follia da cui dovete curarvi presto per vivere più sereni?

I giornali per fortuna, non riportano ogni giorno che un calciatore non ha venduto una partita o che una tifoseria si comporta civilmente. Per fortuna fa ancora notizia la follia come i traffici di droga, violenze o ricatti alle società con figure legate alla Camorra. 

E' come se ogni giorno in prima pagina, venisse pubblicato un articolo in cui si dice che milioni di dipendenti pubblici timbrano il cartellino. Per fortuna questa è ancora la normalità di fronte a qualche migliaio di farabutti ladri merdosi (non furbetti), che timbrano il cartellino e vanno a giocare a Video Poker.

Smettetela con questa mentalità da cavernicoli, una società diventa grande al pari della sua tifoseria (quella sana), ma qui si è rimasti ancora nelle grotte per molti di voi.

Vi svelo un segreto: l'Atalanta è una società simpatica, viene presa come esempio da molte realtà calcistiche, ha un attenzione mediatica che non hanno nemmeno grandi club come la Fiorentina o Lazio ad esempio. Vivete sereni, fatevi vedere da un buon psicologo e pregate ogni giorno rivolti alla sede della Gazzetta che continui a dare questa visibilità. Purtroppo i giornali devono vendere un prodotto e per farlo devono dare ciò che la gente chiede.

Se l'80% del tifo italiano si concentra in tre squadre come Inter, Milan e Juve, è chiaro che parleranno di queste squadre e non del Virtus Bergamo. Nonostante questo, l'Atalanta è l'unica provinciale  a cui viene dedicata un'intera pagina ogni giorno. Pazzesco no? Ah no, è un "gomblotto", "Pòta figa ce l'hanno su con nòter dell'Talanta"