V.Manzoni:"Lasciate vincere il bando sullo stadio a Percassi" Stefano:"La sorpresa del campionato? Non sono d'accordo con il sondaggio. Stadio, speriamo non si inseriscano altri imprenditori"

30.12.2016 05:45 di Luca Ronchi  articolo letto 1462 volte
V.Manzoni:"Lasciate vincere il bando sullo stadio a Percassi" Stefano:"La sorpresa del campionato? Non sono d'accordo con il sondaggio. Stadio, speriamo non si inseriscano altri imprenditori"


Ciao Luca,complimenti x gli articoli che stai scrivendo negli ultimi giorni,tutti condivisibili,ti chiedo (piu che consigliarti) di fare un articolo obiettivo ( per tutti gli atalantini che amano il calcio)con cui far prevalere la ragione a chi vuole mettere il bastone fra le ruote a Percassi riguardo il bando acquisizione stadio,capisco che le regole del mercato sono altre ma perchè avere questi rancori quando le cose vanno nel verso giusto una volta tanto che i problemi comunali sono stati risolti?! Grazie
Valter

Ciao Valter, come hai scritto tu, sono le regole del mercato. Fortunatamente, in uno stato libero, ognuno ha il diritto di poter concorrere in qualsiasi bando pubblico se ne ha i mezzi per farlo. Nessuno impedisce ad un imprenditore di acquisire lo stadio, se vede in esso una fonte di guadagno personale e per la città.

Nulla vieta a Percassi di continuare a fare il presidente anche senza lo stadio, pagando l'affitto al nuovo proprietario, come oggi fa con il comune di Bergamo.

Certo, logica vorrebbe che sia Percassi ad avere il pacchetto completo Atalanta-stadio, ma se un imprenditore, pur non interessato alla società nerazzurra, vuole un immobile da valorizzare, con edifici commerciali nell'area circostante, nulla vieta che possa iscriversi alla gara. 

So che qualche imprenditore edile, è interessato all'acquisto, probabilmente avanzerà la sua candidatura e se avrà un progetto migliore, è giusto e sacrosanto che vinca lui ne più ne meno di Percassi.

Il pericolo è che in caso i Percassi non vincessero il bando, potrebbero addirittura lasciare la presidenza e allora si che si aprirebbe un bel guaio. Una minaccia o un'ipotesi concreta? Non ci resta che aspettare qualche settimana. 

Ciao Luca
Ti leggo da un po' di tempo.
Devo dire che m'interessano i tuoi pensieri, a volte però un po' troppo ripetitivi. Ti do ragione sulla "guerra agli ultras" (quelli che "solo 'talanta il resto avansa" rende bene l'idea), ti appoggio tantissimo.

Visti i risultati del sondaggio, non capisco come i più abbiamo potuto votare Caldara e Gagliardini.
Magari vedendoli solo durante le partite e non avendoli mai visionati al di fuori di esse, potrebbe sembrare che abbiano fatto passi in avanti da quando non erano ancora nessuno.
Però, visti molti allenamenti anche durante il ritiro estivo, ti dirò che il giocatore che ha fatto davvero il salto di qualità è Petagna. Ovviamente è solo il mio punto di vista, ma se all'inizio sembrava proprio lui, la punta abbandonata dal Milan perché ormai senza prospettiva, il più gettonato per tornare in "serie b" a fare esperienza, al confronto con Monachello, è riuscito in poche settimane, anche al dire di personale interno all'ABC, a ribaltare i sondaggi e vincere il confronto diretto con Gaetano.
In ritiro sembrava di vedere "il nuovo Ardemagni": svogliato, gigione, non faceva un passo per andare a prendere il pallone. Insomma, il fighetto di turno.
Ecco, se potevo puntare 100 euro li avrei giocati per Monachello. Sono contento di essermi sbagliato, perché Gaetano già lo conoscevamo e.....mentre Petagna era ed è una novità.

Capitolo mercato: vendere il più possibile, la penso come te, magari trattenendo i giocatori fino a giugno. Immagazzinare i dindoli più che mai per investirli ancora in nuovi giocatori. E speriamo che "gli stronzi" (visto che il mondo ne è pieno) non s'inseriscano nel bando dell'acquisto dello stadio. Rischieremmo veramente di veder sfumare il progetto Atalanta di Percassi, con la vendita della società ed il ritorno nel baratro. Che con tutto quello che si può dire a Percassi (fin qui niente a parte qualche slogan propagandistico di qualche anno fa), sicuramente non gli manca la programmazione: ogni passo al momento giusto, il reinvestimento idoneo degli "sghei" dove serve per non fare il salto nel vuoto (Europa) a spalle scoperte.
Ti saluto, mi raccomando continua sempre così, non mollare e FORZA ATALANTA!

Ciao Stefano, grazie mille della tua lettera. Ripetitivo? Premesso che in questo periodo non è facile trovare argomenti se non i rumors di mercato che tirano sempre più del calcio giocato, a volte è giusto che io ripeta certi concetti base perchè essendo questo un blog di opinione, ci sono sempre (si spera), nuovi utenti che leggono alcuni articoli per la prima volta  ed è giusto che sappiano un po' la linea editoriale (la mia unica ed esclusiva ehehe), cosa penso su certi argomenti per evitare interpretazioni errate. Chi mi segue da anni sa quanto adoro il tifo atalantino sano, genuino, composto da persone come te, mentre siamo al limite dell'odio per quel 1% che non c'entra nulla con l'Atalanta, con la curva nord, ma usa il calcio e la squadra per loro fini personali che, con il calcio non c'entrano nulla. Gli utenti di vecchia data, conoscono il mio pensiero in merito al calcioscommesse, a  doni, Denis, Colantuono etc Tutti tormentoni che hanno fatto discutere per anni.

In merito al sondaggio, sono opinioni, il calcio non è una scienza esatta, la tua opinione vale quella degli altri utenti. Poi in un sondaggio a risposta chiusa, non è possibile capire le reali motivazioni di una preferenza rispetto ad un'altra. Io posso dire Kessie, altri Conti, altri ancora Cldara o Petagna, ma la verità dove sta? Da nessuna parte.
In merito al bando dello stadio, ho risposto sul blog ad un altro lettore proprio stamattina. Non vedo perché chiamare "stronzi" gli imprenditori che vogliono concorrere democraticamente ad una gara pubblica. Come vuole guadagnarci Percassi, lo possono desiderare pure altri. Siamo in un paese libero. Non riduciamo tutte le cose in tifo calcistico, qui non si parla di Atalanta, ma di un investimento pubblico per il bene della città. Se "lo stronzo" ha un progetto più bello per rilanciare la zona stadio e offre di più, è giusto che si aggiudichi la gara. E' chiaro che tutti gli sportivi si augurano che vinca la famiglia Percassi, ma ti svelo un segreto: non tutti sono atalantini a Bergamo, anzi, rispetto ad altri tifosi, sono persino in minoranza.
Ciao tanti auguri