Prima giornata- Nuovo campionato, vecchie mentalità troglodite. polemiche, insulti, sarcasmo e regole che non vogliono essere accettate. E siamo solo alla prima. Penalizzate Fiorentina e Juve

25.08.2019 07:12 di Luca Ronchi   Vedi letture
Prima giornata- Nuovo campionato, vecchie mentalità troglodite. polemiche, insulti, sarcasmo e regole che non vogliono essere accettate. E siamo solo alla prima. Penalizzate Fiorentina e Juve

Vi avviso subito, avrò una tolleranza pari allo zero, se ci saranno polemiche, insulti, vittimismo, complottismo per il var o episodi arbitrali, per la gioia di tutti, si chiude baracca e burattini. Già mi pesa seguire il calcio da anni, mi fa schifo il contorno e pure il prodotto, salvo rarissime partite, è insipido. In Inghilterra, dopo l'episodio di ieri sera al Franchi di Firenze, si sarebbe parlato per il 99% della bellissima partita e poi a margine dell'episodio del rigore.

Ma pure a Parma c'è stato un gol annullato a Ronaldo per fuorigioco di un pelo di pube che a parti invertite avrebbe fatto scatenare le solite puttanate sulla Juve che ruba. Sono davvero bravi se vincono rubando da 8 anni e nessuno li riesce a beccare. 

La vittoria è arrivata, ma sul gol di Ronaldo alla Juve si è scatenata una bufera. Il fuorigioco segnalato dalla Var è infatti millimetrico e i tifosi sui social protestano. C’è chi sostiene che “non sarebbe mai stato annullato ad altre squadre” , chi dà la colpa al ciuffo  e chi sottolinea che “se faceva meno palestra era in gioco”. C’è pure chi mette in discussione la stessa Var: “Con le nuove tecnologie tridimensionali è ormai impossibile sbagliare un fuorigioco, in questo caso Ronaldo è davanti, ma mi chiedo che vantaggio ha avuto? Davvero dobbiamo andare a scandagliare i centimetri o millimetri?”. Vero, ma a BERGAMO ricordo un episodio uguale capitato a Mertens che ha fatto infuriare i tifosi atalantini, però se capitano agli altri usano il buon vecchio Boskov buono per tutte le situazioni:"Regolamento conta, fuorigioco è quando arbitro fischia". 

FIORENTINA-NAPOLI- Se il buongiorno si vede dal mattino, prepariamoci a un aumento vertiginoso dei calci di rigore. Le prime due partite della serie A 2019/20 hanno subito acceso le polemiche sul fronte arbitrale. A Firenze Massa ha infilato la prima clamorosa topica della stagione in Fiorentina-Napoli.

Ha fatto molto discutere il rigore concesso alla Fiorentina al 7’ per un presunto fallo di mano di Zielinski. Il polacco tocca con il braccio, che però è usato per proteggersi da Castrovilli, l’uomo che aveva alla spalle. Inoltre la palla sbatte prima su un fianco. Verrebbe istintivo dire che il rigore non c’è, ma in base alla nuove regole internazionale e recepite anche in Italia, il braccio è in una posizione da punire. Discutibile. E forse la direttiva cambierà il modo di giocare a pallone nelle aree di rigore, ma tant’è.

CI SARA' il tiro al bersaglio per centrare il braccio del difensore, magari nei minuti finali di partita, invece di cercare la porta si cercherà il braccio che segna le 7 e 15.

RIGORE- Qui le nuove regole non c’entrano nulla, l’arbitro Massa e il Var Valeri sbagliano e basta. Il contatto tra Mertens e Castrovilli è provocato dall’attaccante belga, che saltando sul giocatore viola cade con un tuffo anche piuttosto plateale. Il direttore di gara commette un errore indicando il dischetto. Il guaio è che dal Var nessuno interviene a cancellare il primo, grave, pasticcio stagionale.

Nel recupero altro errore di Massa: Hysaj trattiene per un braccio Ribery e lo stende. Nessun dubbio sul fallo: da stabilire se dentro l’area di rigore o appena fuori. Ma nemmeno in questo caso il Var aiuta la cattiva serata dell’arbitro.

SOGNO- Mi piacerebbe che da Bergamo, partisse quella RIVOLUZIONE CULTURALE che auspico da mesi. Si dovrebbe partire dai giornalisti locali che vanno un po' a corrente alternata. Forse, invece di parlare di episodi che sicuramente fanno incazzare, si dovrebbero analizzare i 4 gol presi dalla Fiorentina, ottima squadra dal centrocampo in su con Pulgar mostruoso (pagato solo 15mln, ma ne vale 40) e Sottil futuro crack pazzesco, ma in difesa fa acqua da tutte le parti. Spero che crescano finalmente pure i terrapiattisti e si facciano sentire di più gli obiettivi evoluti. Spero che la società dia a Gasperini un manuale di come ci si comporta davanti ai microfoni, parlando di calcio e non di calci, rutti, sputi e insulti, come quelli che ha ricevuto per 96' Ancelotti al Franchi. 

Nuovo campionato, vecchie abitudini vomitevoli. La pazienza è già oltre il limite, alla prima qui a Bergamo, addio per la gioia di tutti, ma sarò io a decidere e nessun altro!