Il Crotone chiede la sospensione del campionato. Hanno straragione, ma nessuno se li fila. A parti invertite...

11.08.2018 19:31 di Luca Ronchi  articolo letto 3398 volte
Il Crotone chiede la sospensione del campionato. Hanno straragione, ma nessuno se li fila. A parti invertite...

Non oso immaginare cosa sarebbe successo se al posto del Crotone, ci fosse stata di mezzo l'Atalanta. Attacchi social, ingiurie e insulti ai giornali nazionali, scene di disperazione di piazza e vittimismo strisciante, ma ovviamente nulla di tutto questo, chissenefrega, sono fatti loro.

Però per la sentenza del Milan, avete chiesto pure l'intervento del Papa e ora qualche ****** (non offendo più ma pensate le peggio cose), ha pure il coraggio di paragonare il caso Chievo a quello del Milan. Ma vi rendete conto delle puttanate che ruttate? Il Chievo ha falsificato bilanci con operazione fittizie per 10 anni, un doping finanziario di una gravità inaudita che nella giustizia ordinaria, porterebbe alla galera i responsabili e invece qui nessuno dice nulla perchè di mezzo c'è il povero Crotone. Ora la società chiede giustamente la sospensione del campionato e mi auguro che l'appello venga accolto. Voi ci credete? Nemmeno io, lo schifo abbia inizio! 

 

Il Crotone ha inviato una lettera al commissario straordinario della Figc Roberto Fabbricini  per chiedere la sospensione del campionato di Serie A, a causa dell’udienza fissata per il 12 settembre che deciderà quale sarà il futuro del Chievo Verona e, di conseguenza, anche quello della società rossoblu.

Ecco il testo ufficiale pubblicato dall’Ansa: “Il sistema calcio del nostro Paese attraversa una delle fasi più oscure e confuse che imporrebbero azioni e provvedimenti rigorosi a tutela dei valori dello sport. La fissazione dell’udienza di trattazione del deferimento operato dalla Procura Federale nei confronti dell’AC Chievo Verona al 12 settembre 2018, si tradurrà in un’inutile liturgia con conseguenti irrisarcibili danni per Fc Crotone, consentendo, nel contempo, la militanza nel campionato di calcio della massima serie ad una società che reiteratamente ed impunemente ha violato tutte le norme in materia di correttezza, trasparenza e veridicità dei propri bilanci”.