La grande paura è passata: Percassi, lo stadio è tuo! L'Atalanta vola in campo e fuori:"Contenti e soddisfatti del verdetto" Il comunicato del Comune di Bergamo

 di Luca Ronchi  articolo letto 3097 volte
La grande paura è passata: Percassi, lo stadio è tuo! L'Atalanta vola in campo e fuori:"Contenti e soddisfatti del verdetto" Il comunicato del Comune di Bergamo

Stagione sopra le righe per l’Atalanta, al quinto posto in classifica e ad un passo dalla qualificazione in Europa League. Per il club bergamasco oggi è arrivata un’altra vittoria, non da tre punti, ma altrettanto importante. La società neroazzurra infatti, si è aggiudicata il bando dello stadio Atleti Azzurri d’Italia, diventato ora di sua proprietà. In mattinata sono state aperte le due buste con le offerte depositate lunedì mattina da Atalanta e Albinoleffe. Il presidente della Dea, Antonio Percassi ha avanzato un’offerte del 10% in più rispetto alla base d’asta per un totale di 8 milioni e 608 mila euro. Dall’altra parte c’era invece l’offerta dell’Albinoleffe che non è stata ritenuta idonea. Da oggi quindi, l’Atleti Azzurri d’Italia passa dal comune di Bergamo, all’Atalanta che ne avrà il controllo totale. Ora il club, come previsto dal bando di vendita, dovrà occuparsi di riqualificare l’impianto attuale e le aree limitrofe. I lavori riguarderanno la demolizione e la ricostruzione delle curve e questo verrà fatto nell’estate 2018/19, al fine di rendere lo stadio a norma per le competizioni europee. Infatti, l'Atleti Azzurri d'Italia non è norma per le competizioni Uefa e l'Atalanta, nel caso in cui centrasse l'Europa League, dovrà giocare le sue partite casalinghe a Reggio Emilia. 

Pochi minuti fa a rendere ufficiale il tutto è arrivato il comunicato del Comune di Bergamo: "Lo stadio Atleti Azzurri d’Italia è proprietà dell’Atalanta: il bando di alienazione dello stadio di Bergamo ha registrato questo esito in mattinata, quando la Commissione del Comune di Bergamo ha aperto questa mattina le buste pervenute entro le 12.30 dello scorso lunedì.L’Atalanta ha rilanciato del 10% la base d’asta di 7 milioni e 826 mila euro, aggiudicandosi dunque la struttura sportiva più importante della città di Bergamo per la cifra di 8 milioni e 600 mila euro.L’Amministrazione aveva deciso nei mesi scorsi di alienare lo stadio per poterlo così vedere ammodernato: il bando prevede infatti la presentazione di un piano attuativo da parte del vincitore entro sei mesi dall’apertura delle buste e la successiva complessiva riqualificazione dello stadio entro 6 anni".

 All’apertura delle buste era presente il direttore generale Roberto Spagnolo: «Siamo contenti e soddisfatti tutto è stato fatto nella massima trasparenza. Il presidente è stato avvisato e ha espresso la sua soddisfazione».

Il bando di vendita prevede che il vincitore metta in cantiere la riqualificazione dell’impianto e dell’area attorno ad esso. L’occhio dei tifosi è rivolto soprattutto al futuro dell’ormai ex comunale. Il progetto non è stato ancora ufficialmente presentato dall’Atalanta, anche per evitare possibili intoppi legali in vista dell’aggiudicazione. L’Eco di Bergamo lo ha descritto più volte in dettaglio: non più ovale, ma rettangolare, all’inglese, con l’abbattimento e la ricostruzione delle attuali curve. In totale l’investimento complessivo si aggira sui 25 milioni di euro a cui va aggiunto il costo di acquisto per un’operazione totale vicino ai 35 milioni.