Pronti via, tornano i sottosviluppati del calcio. Volantino sessista all'Olimpico e 3.000 tifosi juventini fuori per rivalità tribali

19.08.2018 12:33 di Luca Ronchi  articolo letto 2163 volte
Pronti via, tornano i sottosviluppati del calcio. Volantino sessista all'Olimpico e 3.000 tifosi juventini fuori per rivalità tribali

Non  offenderò più nessuno, non auguro la galera ai delinquenti impuniti delle curve (Bergamo compresa), ma non si fermerà mai la mia battaglia per un calcio pulito e onesto. La soluzione ci sarebbe. eliminare fisicamente gli sottosviluppati che tengono le società calcistiche per le palle e offuscano i veri tifosi vicili e urbani che rappresentano il 99% dei presenti allo stadio.

Sono bastati 90' per tornare a parlare di Var, rigori, (uno tra l'altro negato alla Juve, quest'anno segno tutto) e diatribe ultras.

Iniziamo  dall'Olimpico con un volantino sessista che dimostra come le curve siano terra di questi rifiuti organici che nessuno ha votato o richiesto per essere presenti su una balconata. Con quale diritto lo fanno? Chi siete, cosa volete, chi rappresentate? Torso nudo, sudati come maiali ad imporre la loro legge del branco di co....Coyoti

Questo il messaggio che un gruppo di supporters della Lazio ha voluto lasciare sui seggiolini della Curva Nord agli altri tifosi capitolini: “La Nord per noi rappresenta un luogo sacro, un ambiente con un codice non scritto da rispettare. Le prime file, da sempre, le viviamo come fossero una linea trincerata. All’interno di essa non ammettiamo donne, moglie e fidanzate, pertanto le invitiamo a posizionarsi dalla decima fila in poi. Chi sceglie lo stadio come alternativa alla spensierata e romantica giornata a Villa Borghese, andasse in altri settori”.

COME DEFINIRLI SE NON..... A VOI LA SCELTA DEGLI AGGETTIVI PIù OFFENSIVI

VERONA- Anche la curva dei veronesi, non si è risparmiata il suo teatrino in mondo visione, per motivi incomprensibili alle menti normali. 

La prima di Ronaldo in Serie A, gli occhi del mondo puntati addosso e un vistoso "buco" al Bentegodi. Per una decisione incomprensibile. Desta polemiche la Curva Sud inferiore rimasta chiusa a Verona e negata ai sostenitori della Juventus per non infastidire i tifosi dell'Hellas. Nei giorni scorsi sembrava che si dovesse andare verso una conclusione diversa, nella quale confidava il Chievo, invece hanno prevalso le ragioni dei tifosi veronesi, che riconoscono quel settore dell'impianto come un "bene inviolabile" per ogni supporter del Verona, dove è esposta anche la targa commemorativa dello Scudetto 1984-1985. 

LA DECISIONE - L'ipotesi di invertire le curve è stata scartata, così Prefettura e Comune hanno concordato di tenere quell'area dello stadio come inaccessibile e di conseguenza con 2700 sediolini vuoti. Ufficialmente per motivi di ordine pubblico. Un buco ben visibile non solo dai presenti allo stadio, ma anche attraverso le telecamere e quindi in mondovisione. Proprio nel giorno del debutto del nuovo campionato e di Cristiano Ronaldo, il più atteso di tutti.
I MOTIVI - Stando a quanto emerso nel dopo partita, la spiegazione andrebbe ricondotta al passaggio della curva del Chievo dal settore sud alla Nord, avvenuta nel 2015. Da quel momento i biglietti non sono più stati messi in vendita nelle partite casalinghe dei clivensi, perché la Sud è diventata settore ospiti e servirebbero ulteriori misure di sicurezza rispetto a quelle attuali.

Come vedete, Bergamo è in ottima compagnia.